Life, Longari & Loman, ultimo trimestre in positivo con 5 nuovi clienti

19 settembre 2013

L’agenzia ha potenziato i reparti strategico, creativo, digital e accounting con 9 new entry. Vinte 3 gare internazionali e 4 italianea nuova sfida è il digital con il progetto per AID

 

Ultimo trimestre positivo per  Life, Longari & Loman, che ha diffuso ieri un comunicato stampa con i risultati. Da giugno  a settembre l’agenzia ha acquisito cinque nuovi clienti: OneExpress, corriere specializzato nel trasposto su pallet; PhotoSì, azienda italiana leader nel mercato della stampa fotografica, che opera attraverso marchi specializzati a livello nazionale e internazionale; Sojasun, leader in Francia nei prodotti a base di soia; Mec3, azienda di Rimini specializzata nella preparazione e distribuzione di semilavorati per gelati in oltre 120 Paesi; Infortunistica Tossani, realtà nazionale di infortunistica.

L’agenzia ha inoltre potenziato del reparto strategico, creativo, digital e accounting, con 9 new entry tra cui Stefano Imperiale, strategic planning director in JWT, Leo Burnett, Republic e Publicis; Barbara Girardi, relazioni esterne in Ducati Motor Holding e poi account executive in Adpresscommunication;  Federico Donelli, digital creative director & user experience designer, che ha firmato rilevanti progetti internazionali. Altre 6 new entry saranno operative a inizio ottobre.

Molto attiva sul fronte delle gare, Life, Longari &Loman negli ultimi tre mesi ha partecipato a sei pitch internazionali di cui 3 vinte, 2 in corso e 1 persa e a 10 nel nostro Paese di cui 4 vinte e 6 in corso.

Un’altra sfida importante si gioca sul fronte digital. “L’intenzione è quella di portare la user experience a un nuovo livello di attenzione: questa è la sfida raccolta nel portare avanti il progetto per AID (Associazione Italiana Dislessia), che sarà presentato nel 2014 – spiega la nota -. L’agenzia ha accettato l’incarico e offerto la sua collaborazione pro bono perché ha sempre investito sul sociale; in particolare nel caso di AID perché il mondo dei disturbi dell’apprendimento implica un approccio di user experience scientifico, fondamentale proprio per le caratteristiche che tale disturbo comporta. Sempre in questa ottica, è stato girato per AID uno spot che ha già ricevuto il Patrocinio di Pubblicità Progresso, con cui l’agenzia collabora da anni condividendo lavoro e passione per la comunicazione sociale”. Lo spot di 30” sarà presentato il 21 e 22 settembre a Roma.