Rai, approvato dal cda il contratto di servizio 2013-2015

19 settembre 2013

Pasquale D’Alessandro nominato direttore di Rai 5

Addio agli spot pubblicitari all’interno dei programmi dedicati ai minori. Sarebbe questa una delle principali novità, secondo quanto anticipato dal sito de Il Messaggero, contenute nel nuovo contratto di servizio 2013-2015 della Rai, approvato dal cda nella giornata di ieri. Il documento, che ora dovrà passare al vaglio della Commissione di Vigilanza, è frutto del lavoro congiunto fra il direttore generale Luigi Gubitosi (nella foto) e il viceministro allo Sviluppo Antonio Catricalà.

Il testo, dunque, nello specifico andrebbe a togliere le inserzioni pubblicitarie all’interno dei canali tematici dedicati ai minori in età prescolare (Rai YoYo). Per quanto riguarda gli altri canali dedicati ai minori le interruzioni commerciali non potranno essere inserite nei programmi dedicati ai bambini in età prescolare. Nei 24 articoli del contratto, sono contenute novità riguardo alla riconoscibilità dei programmi di servizio pubblico: un bollino indicherà in modo chiaro se il programma è finanziato attaverso il Canone (ma potranno derogare i telegiornali).

Intanto, sempre nella giornata di ieri, la Rai ha visto le dimissioni del direttore del TgR Alessandro Casarin che sarebbero arrivate per motivi “strettamente personali”. Nelle stesse ore un altro cambio di poltrona ha interessato Rai 5 che ha visto la nomina alla direzione di Pasquale D’Alessandro in sostituzione di Massimo Ferrario. Il Cda di Viale Mazzini ha infatti approvato la proposta di nomina formulata dal direttore generale. In precedenza D’Alessandro era stato direttore di Rai 2.