L’emozione più pura nella campagna di Fondazione Arché

18 settembre 2013

Cosa c’è di più immediato dell’emozione che lega una mamma al suo bambino? Da questa considerazione prende spunto la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi con sms solidale che la direzione creativa di Aragorn ha pensato per Fondazione Arché Onlus. Da oltre 20 anni Arché si occupa infatti di donne in difficoltà e svolge sul campo un lavoro concreto per ricucire quei rapporti tra mamme e bambini che sono minati all’origine da storie di dipendenza, abuso, violenza e sradicamento. In campo, nel film di 30″, solo la fotografia di una mamma a cui è stata letteralmente strappata via la parte che ritrae il suo bambino. Questa immagine si ricompone sotto gli occhi dello spettatore grazie all’intervento di una mano che simboleggia il delicato lavoro della Fondazione. Quasi nient’altro. Solo un testo intenso, letto con partecipazione emotiva e grande mestiere dalla voce di Elena Russo Arman, giovane protagonista delle scene teatrali italiane. La regia di Claudio Casiraghi e gli effetti speciali di Brunetto Casalini per la cdp Mach2Azione chiudono la confezione dello spot. L’appello di Arché si completa con una campagna stampa, un comunicato radio a più voci, che si avvale della regia di Jean-Christophe Casalini di Mach2Azione, strumenti web e tradizionali di btl. Per sostenere le attività di Arché e il progetto ‘Casa Accoglienza per bambini e madri’, fino al 21 settembre la Fondazione promuove una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi con sms solidale al 45505.