16 settembre 2013

Con produzioni originali realizzate internamente

 

QVC, principale canale mondiale dedicato allo shopping televisivo – in Italia dal 2010 -, arricchisce il proprio palinsesto spingendo sui contenuti editoriali originali. Ideati, prodotti e realizzati internamente, i nuovi format si inseriscono tra i momenti di vendita approfondendo gli interessi dei telespettatori. Nella sua nuova veste, il canale (32 del digitale terrestre o 475 di Sky) offre così una finestra a progetti innovativi, passando da semplice tv di shopping all’intrattenimento e alla creazione di contenuti. Le pillole esplorano gli argomenti cari a QVC (cucina, casa, moda e tendenze, viaggi e stili di vita), con un rimbalzo dal web alla tv e viceversa. Tra i progetti più rappresentativi di questa nuova linea editoriale c’è Mangiamo di stagione, presentato lo scorso venerdì a Milano e la cui nuova stagione sarà in onda dal 21 settembre. Ideato e realizzato in collaborazione con il social food project Gnam Box, il programma vede come protagonisti Stefano Paleari e Riccardo Casiraghi, impegnati ad accogliere i telespettatori nella loro cucina e a condurli alla scoperta della frutta e della verdura di stagione, con ricette, consigli e curiosità.  Un’esperienza multimediale: grazie una pagina dedicata sul sito del canale (http://www.qvc.it/mangiamo-di-stagione) e alla possibilità di rivedere tutti gli episodi sul canale YouTube di QVC. “L’idea  – spiega a Today Pubblicità Italia Chiara Pariani, marketing director di QVC Italia (nella foto) -, è quella di realizzare 12 nuove puntate ogni 4 mesi. Per ora si tratta di pillole tra i 4 e i 6 minuti, con una programmazione alternata nel corso della settimana, ma stiamo lavorando per allungare la durata del format, che avrà anche un livello di interazione differente, e per trasformarlo in un appuntamento settimanale fisso in palinsesto alle 20, a partire dai primi di dicembre”.  Come accadrà per altri nuovi format, destinati ad ‘allungarsi’ nel prossimo inverno e a occupare lo stesso orario in un giorno preciso della settimana. Mangiamo di stagione, non è il primo format ideato da QVC, che ha sviluppato a partire dallo scorso maggio dei tutorial sul mondo del knitting; un format dedicato al giardinaggio ‘shabby chic’, uno culinario e uno sul beauty per un totale di contenuti ‘non selling’ oggi equivalente al 32% del totale programmato. “L’obiettivo era ed è uscire dall’home shopping e sperimentare. Di fatto stiamo portando dei contenuti capaci di trattenere sul canale gli spettatori affezionati – sottolinea la manager – e di farne ‘inciampare’ di nuovi, che diversamente non ci guarderebbero. Con il branded contenti, abbiamo scelto di investire sulla produzione di format originali e non sull’acquisizione, con un impegno importante della struttura, per poter proporre ai brand che dei programmi costruiti intorno a loro”.  Il tutto grazie a una task force composta da diverse competenze di content production all’interno della divisione marketing e destinata a crescere nel prossimo anno. Una linea in cui QVC Italia si fa pioniere all’interno del  gruppo internazionale, aprendo la strada ad esperienze analoghe in altri Paesi. Non solo, per il 2014 il canale sta lavorando a un progetto importante “che ci vedrà impegnati in un’esperienza che potrà riguardare la tv, ma anche altri mezzi – chiude Pariani -, con un coinvolgimento analogo a quello che abbiamo avuto per The apprentice”. (M.B.)