Per Smartbox nuovo logo e accordi all’insegna della qualità

13 settembre 2013

L’obiettivo è chiaro: distinguersi in un mercato sempre più affollato.  Per questo Smartbox, azienda leader nel segmento dei gift box, si presenta al ritorno dalle vacanze estive con un logo rinnovato, più emozionale, moderno e tecnologico, con un design interno ai cofanetti rivisitato, ed è pronta a sorprendere con delle novità esclusive negli universi Gourmet e Svago e Sport.

“Oggi ci presentiamo sul mercato con una gamma di 53 cofanetti e un nuovo logo più  friendly e caratterizzato dalla nuova tag line ‘Regala divertimenti!’”, ha dichiarato Paola Pianciola, country manager Italia di Smartbox, una realtà ormai presente in 14 Paesi (la Penisola rappresenta il secondo per fatturato). “Restiamo un marchio leader  – ha continuato – con una quota di mercato del 60%. La principale novità di questa stagione è rappresentata da una serie di accordi in esclusiva che abbiamo siglato con partner riconosciuti, marchi forti.

Il tutto all’insegna della massima qualità”. Fra le collaborazioni inaugurate quest’anno da ricordare quella con la storica guida Michelin. Gli autori e i critici che hanno reso la guida Michelin una vera bibbia del mangiar bene, mettono a disposizione la propria esperienza, selezionando i migliori percorsi enogastronomici del Bel Paese. Novità anche per gli amanti dello sport dal vivo. Nasce ‘Rugby’, il cofanetto che regala l’occasione di vivere con un amico l’emozione unica di una partita degli Azzurri.

Tra le partite convenzionate, sarà possibile assistere, tra gli altri, ai match Italia-Scozia e Italia-Inghilterra nel torneo Sei Nazioni, che si disputeranno presso lo stadio Olimpico di Roma. In più grazie a un accordo con Trenitalia, coloro che acquisteranno un soggiorno Smarbox potranno acquistare a un prezzo vantaggioso il biglietto del treno per recarsi nelle diverse località italiane. “Per quanto riguarda la comunicazione continueremo a lavorare all’interno dei punti vendita sul territorio. In oltre presidieremo il web con attività che però saranno gestite a livello europeo”.

Andrea Crocioni