AdottaUnragazzo.it provoca in tv con la complicità della francese 64millièmes

9 settembre 2013

On air sulle reti Mediaset fino a fine settembre. Pianificazione di Publitalia. Prossimo step creare un’équipe locale a Milano

 
Già fenomeno nel Paese che gli ha dato i natali cinque anni fa, la Francia, il portale Adotta Un Ragazzo (www.adottaunragazzo.it) è sbarcato da qualche mese anche in Italia, dove punta a raggiungere 150 mila utenti entro la fine dell’anno. Provocatoria, e per questo virale, è l’idea che ha dato l’imprinting al progetto. “Invertendo i ruoli e stravolgendo i codici della seduzione abbiamo creato uno spazio nel quale la donna possa sentirsi a suo agio e quindi decidere liberamente a chi dare la possibilità di parlarle o meno” spiega a Today Pubblicità Italia Sébastien Sikorski, direttore internazionale del format. A metà strada tra social network e store online, il sito fa presa soprattutto nelle grandi città. “Ci sono molte persone che si iscrivono su AdottaUnragazzo.it perché arrivano a Milano o a Roma e non conoscono nessuno. Non è raro che si organizzino incontri tra blogger, festaioli e persone fuori dagli schemi”. L’investimento in comunicazione per l’Italia, “seppure relativamente modesto”, fa leva principalmente sullo spot tv, “realizzato in Francia dalla nostra direzione artistica, Marie Gautheron, e dall’agenzia  64millièmes. La campagna, pianificata da Publitalia e trasmessa sui canali Mediaset, termina a fine settembre. Delle nuove uscite sono previste nei prossimi mesi per dei nuovi canali. L’idea del film viene della nostra équipe interna. Ci teniamo a coltivare la nostra originalità e la nostra differenza, non sempre le agenzie creative capiscono l’essenza del brand. Anche lo sviluppo del sito è stato curato internamente” precisa Sikorski.

Probabilmente verrà replicata anche in casa l’operazione di guerrilla marketing già sperimentata a Parigi. “Nel quartiere di Rivoli, la via dello shopping, abbiamo aperto una vetrina con dei veri e propri uomini esposti e impacchettati. I risultati sono stati folgoranti, in Francia così come all’estero”. Dopo più di un anno di lavoro per lanciare il sito italiano, il prossimo step sarà “creare un’équipe locale a Milano. In particolare cerchiamo un responsabile Marketing e Comunicazione molto creativo”.

Paola Maruzzi