Mondadori Pubblicità amplia il portafoglio con Radio Subasio

5 settembre 2013

Si arricchisce il portafoglio radiofonico di Mondadori Pubblicità. La concessionaria, dal mese di settembre, si occuperà della gestione in esclusiva della raccolta pubblicitaria nazionale di Radio Subasio. L’emmitente areale, una delle principali del nostro Paese, con un forte radicamente nelle regioni centrali della Penisola, era in precedenza seguita da Radio e Reti (società che ha avviato la procedura di fallimento, con la prima udienza fissata il prossimo 15 gennaio).

L’accordo rappresenta un ulteriore fondamentale passo nel processo di rafforzamento della concessionaria del Gruppo Mondadori che – già forte della raccolta di R101, Radio Kiss Kiss e, a partire dal mese di aprile di quest’anno, Radio Italia solomusicaitaliana – consolida con Radio Subasio la propria leadership all’interno del mercato radiofonico italiano.  La nuova offerta di Mondadori Pubblicità, con 8,9 milioni di ascoltatori complessivi nel giorno medio e 23,8 milioni di ascoltatori nei 7 giorni al netto delle duplicazioni, è caratterizzata da una straordinaria complementarità di ascolto tra le emittenti, sia in termini di target sia sotto il profilo della distribuzione territoriale. L’inserimento di Radio Subasio nel portafoglio di Mondadori Pubblicità completa, infatti, il presidio dell’area del Centro Italia, dove l’emittente è leader in termini di ascolti.

“Questa concessione è l’ulteriore dimostrazione di come Mondadori Pubblicità consideri il business radiofonico un asset strategico e dalle grandi potenzialità di sviluppo –  ha dichiarato il suo presidente e ad, Angelo Sajeva (nella foto) -. Nel giro di pochi mesi, prima con l’acquisizione in concessione di Radio Italia ed ora con l’inserimento di Radio Subasio, abbiamo modificato sensibilmente la configurazione del mercato radiofonico italiano e la nostra posizione all’interno di esso. Oggi la nostra offerta, sia in termini numerici sia per la complementarità sui diversi target, può davvero rappresentare la prima scelta per tutte le aziende che intendono utilizzare il mezzo radio per comunicare e con questa acquisizione, superando i 60 milioni di euro di fatturato, diventiamo una delle prime concessionarie radio del mercato italiano”.

Con 1,6 milioni di ascoltatori nel giorno medio e 6,1 milioni nei 7 giorni, Radio Subasio è la più importante realtà radiofonica locale italiana.  “Si apre per la nostra emittente una nuova fase di collaborazione – sottolinea Rita Settimi, presidente di Radio Subasio – che ci auguriamo possa essere positiva per un proficuo sviluppo della raccolta pubblicitaria, in un momento molto delicato per il mercato”. Sistemata la raccolta di Subasio, restano ancora sul mercato le rispettive concessioni delle altre ‘orfane’ di Radio e Reti: la pugliese Radio Norba, l’emiliana Radio Bruno e la ligure Radio Babboleo.