La penetrazione mobile globale è al 91%

3 settembre 2013

Disponibile l’aggiornamento del Mobility Report di Ericsson relativo al secondo trimestre 2013

 

Secondo l’aggiornamento del Mobility Report rilasciato da Ericsson le previsioni di crescita del mercato globale della telefonia e della banda larga mobile sono ancora dominate dal segno più. Nel secondo trimestre del 2013, le sottoscrizioni alla telefonia mobile hanno raggiunto quota 6,5 miliardi nel mondo, per un totale di 4,5 miliardi di utenti unici e un tasso di penetrazione della telefonia mobile a livello globale pari al 91%. A guidare la classifica è la Cina con 30 milioni di nuove sottoscrizioni (circa il 30% del totale nel trimestre), seguita da Indonesia (9 milioni), India (8 milioni), Bangladesh (5 milioni) e Nigeria (4 milioni). Il tasso di penetrazione della telefonia mobile nel mondo ha così raggiunto quota 91% con punte del 139% in Europa Centrale e dell’Est e del 126% in Europa Occidentale, mentre il traffico voce invece registra un aumento del 2% rispetto al secondo trimestre dello scorso anno.
Ci sono inoltre stati circa 150 milioni di nuovi abbonamenti alla banda larga mobile, che hanno contribuito a raggiungere quota 1,8 miliardi a livello globale. L’incremento anno su anno è pari al 45%. Si contano, infine, 75 milioni di nuove sottoscrizioni HSPA & WCDMA e 25 milioni di nuovi abbonamenti LTE, che raggiunge quota 125 milioni di abbonati a livello mondiale.
“Continuiamo ad assistere alla crescita vertiginosa delle sottoscrizioni alla banda larga mobile; in particolare, il numero di abbonati 4G/LTE a livello globale è aumentato del 25% rispetto al primo trimestre 2013 – ha detto Alessandra Rosa Ammaturo, responsabile Marketing di Ericsson per la Regione Mediterranea -. Questo è legato anche alla sempre maggiore diffusione di smartphone e tablet, che permettono un utilizzo più semplice e immediato dei servizi Internet e dati. Nel secondo trimestre del 2013, infatti, il 55% dei cellulari venduti sono stati smartphone, rispetto al 40% dell’intero 2012 e al 50% del primo trimestre 2013”.

 

Per il report completo cliacca qui

SCARICA L'ALLEGATO

Mobility Report_II trimestre