Il patron di Amazon compra il Washington Post per 250 milioni di dollari

6 agosto 2013

Rivenduto anche Newsweek all’International Businesss Times, una società di informazione solo on line con 13 milioni di lettori

 

250 milioni di dollari: è questa la cifra spesa da Jeff Bezos (nella foto), fondatore di Amazon, per comprare il Washington Post. Un acquisto personale che non coinvolge l’azienda, come si legge dalle notizie già apparse oggi sui quotidiani nazionali. E così il quotidiano autore di scoop storici, quali quello del Watergate che portò alle dimissioni dell’allora presidente Richard Nixon, passa a sorpresa di mano.

Nell’ultimo decennio il quotidiano non è scampato alle difficoltà finanziarie che hanno colpito l’editoria tradizionale. La famiglia Graham, che ha gestito il giornale dal 1933, quando lo salvò dalla bancarotta, ha ammesso che il quotidiano non reggeva alla concorrenza di internet e che nel nuovo panorama dell’informazione si prevedeva una continua contrazione. La divisione dei quotidiani di The Washington Post Company, di cui il Washington Post rappresenta la quota maggiore, ha accusato un calo dei ricavi operativi del 44% negli ultimi sei anni. Proprio le difficoltà finanziarie hanno spinto il consiglio di amministrazione della società a considerare la vendita. Un processo avviato nel massimo riserbo e affidato alla società di investimento Allen & Co.

Il Washington Post è stato finora il fiore all’occhiello della società The Washington Post Company che include anche un canale tv via cavo, vari giornali locali e anche la società Kaplan, specializzata in materiale e prodotti per l’istruzione. Fino al 2010, la società possedeva anche la famosa rivista Newsweek, che aveva venduto al miliardario Barry Diller, proprietario del sito di informazioni on line, Daily Beast. Proprio nello stesso giorno in cui viene quest’altra notizia sul futuro del Washington Post, è stato annunciato che quel che resta di Newsweek è stato di nuovo venduto, questa volta all’International Businesss Times, una società di informazione solo on line con 13 milioni di lettori.