Mediaset, ricavi e indebitamento in calo. Su Premium arriva Eurosport

2 agosto 2013

Raccolta adv, in Italia luglio a +4%. Anche agosto con il segno più. Crescono gli ascolti televisivi e i ricavi delle attività Premium (+7,7%) che si rafforza con i 4 canali sportivi

 

Nel giorno della sentenza sul processo Mediaset, il Consiglio di amministrazione del gruppo, riunitosi ieri sotto la presidenza di Fedele Confalonieri (nella foto), ha approvato la relazione sul primo semestre 2013. I ricavi netti consolidati ammontano a 1.737,0 milioni di euro rispetto ai 1.999,3 milioni del primo semestre 2012. L’Ebit è pari a 133,6 milioni di euro rispetto ai 145,6 milioni, la redditività operativa cresce al 7,7% rispetto al 7,3% del primo semestre 2012, l’utile netto di competenza del gruppo ammonta a 30,1 milioni di euro rispetto ai 42,8 milioni del primo semestre dell’anno precedente.  L’indebitamento finanziario netto di gruppo cala dai 1.712,8 milioni di euro del 31 dicembre 2012 ai 1.536,4 milioni di euro del 30 giugno 2013. In Italia i ricavi netti consolidati hanno raggiunto i 1.310,4 milioni di euro rispetto ai 1.525,8 milioni dello stesso periodo 2012.

La raccolta pubblicitaria complessiva di Publitalia ‘80 e Digitalia ‘08 si è attestata a 1.061,7 milioni di euro (1.286,3 milioni di euro del primo semestre dell’anno precedente). I ricavi da attività caratteristica Premium – vendita di carte, ricariche, abbonamenti Easy Pay – crescono a 280,2 milioni di euro rispetto ai 260,1 milioni del primo semestre 2012 (+7,7%). I costi operativi totali, comprensivi degli ammortamenti, calano a 1.224,0 milioni di euro rispetto ai 1.412,2 milioni (-13.3%), in linea con gli obiettivi di efficienza già annunciati. L’Ebit è pari a 86,4 milioni di euro rispetto ai 113,6 milioni. L’utile netto si attesta a 17,6 milioni di euro rispetto ai 27,1 milioni. In un panorama sempre più affollato e competitivo, gli ascolti televisivi delle reti Mediaset con il 35,2% confermano la leadership nazionale nelle 24 ore tra i telespettatori tra i 15 e i 64 anni (target commerciale). Canale 5 è la rete italiana più vista nel target commerciale sia in prima serata (17,5%) che nelle 24 ore (16,5%).
In Spagna i ricavi netti consolidati generati dal Gruppo Mediaset España hanno raggiunto i 427,0 milioni di euro rispetto ai 474,0 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente.  I ricavi pubblicitari televisivi lordi si sono attestati a 418,2 milioni di euro rispetto ai 478,5 milioni. L’Ebit cresce a 47,2 milioni di euro rispetto ai 32,0 milioni. L’utile netto è stato pari a 30,1 milioni di euro rispetto ai 37,6 milioni. Le reti televisive del Gruppo Mediaset España hanno ottenuto la leadership negli ascolti televisivi sia in prime time (27,2%) che nelle 24 ore (28,8%). Telecinco si conferma la rete spagnola più vista nel totale giornata (13,5%) e in prima serata (13,5%).

Nella nota diffusa ieri, il Gruppo Mediaset riporta una previsione sull’evoluzione della gestione. “L’andamento della raccolta pubblicitaria del mese di luglio evidenzia sia in Italia che in Spagna un leggero miglioramento rispetto al trend negativo del primo semestre – spiega l’azienda -. In Italia, la raccolta pubblicitaria Mediaset del mese di luglio ha registrato per la prima volta dopo quasi due anni un segno positivo rispetto allo stesso periodo 2012, attestandosi intorno al +4%. E anche agosto, sulla base della visibilità attuale, dovrebbe far registrare un andamento positivo rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Questi primi importanti segnali di maggiore dinamicità rafforzano le aspettative di una stabilizzazione del mercato per la seconda parte dell’anno. Tuttavia la scarsa visibilità e la situazione di instabilità economica ancora diffusa non consentono di formulare previsioni attendibili circa l’evoluzione dei ricavi pubblicitari su base annua. In Italia, il gruppo rimane focalizzato nell’implementazione del previsto piano triennale (20122014) di riduzione della spesa. Sotto questo profilo, i risultati conseguiti nello scorso esercizio e nel primo semestre del 2013 confermano l’aspettativa di raggiungere la riduzione strutturale annunciata in anticipo sulla tabella di marcia triennale, garantendo nell’esercizio in corso l’ulteriore conseguimento di un importante livello di generazione di cassa”.
Sempre ieri Mediaset e il Gruppo Eurosport hanno concluso un accordo per la distribuzione nel bouquet della pay tv Mediaset Premium dei canali Eurosport ed Eurosport 2. Si tratta di un allargamento strategico dell’offerta della pay tv di Mediaset che per la prima volta si apre ai grandi eventi dei principali sport oltre il calcio e si rivolge anche a un nuovo pubblico di appassionati. I due canali Eurosport trasmettono in diretta e in lingua italiana tutti i principali eventi sportivi nazionali e internazionali delle discipline più prestigiose: i migliori tornei di tennis, le grandi corse a tappe e le classiche di ciclismo, gli sport invernali, gli sport motoristici, l’atletica, il nuoto, senza dimenticare gli sport a squadre come il basket, la pallamano e l’hockey e numerosi altri sport emergenti. Eurosport ed Eurosport 2 saranno visibili in SD senza costi aggiuntivi nell’offerta Premium dall’autunno 2013 e affiancheranno l’altra nuova proposta sportiva della pay tv Mediaset, il canale Fox Sports che trasmetterà in diretta dal 17 agosto su Premium tutte le partite dei principali campionati di calcio d’Europa.