Dada, 39,7 mln di ricavi (-9%) nel primo semestre

1 agosto 2013

Si dimette Alberto Bianchi, presidente del Cda. Il perfezionamento del contratto di compravendita tra Libero Acquisitions S.à.r.l. ed Rcs MediaGroup è previsto per il 7 agosto

Dada archivia il primo semestre dell’anno con ricavi consolidati pari a 39,7 milioni di euro. Nel 2012 erano di 43,6 mln, un calo del 9% dovuto alla discontinuità nel performance advertising. Il margine operativo lordo è a 6,3 mln, in crescita del 4%, mentre il risultato operativo e il risultato netto si attestano rispettivamente a 2,7 e 0,7 mln. La posizione finanziaria netta è pari a -28,5 mln di euro, da -26,2 mln al 31 dicembre 2012, questo per effetto degli investimenti straordinari legati allo sviluppo e alla messa in attività del nuovo datacenter in Uk.

Nel complesso Dada ha consolidato il proprio posizionamento e ha confermato il trend di miglioramento della marginalità operativa rispetto all’esercizio precedente, testimoniando la maggiore sostenibilità dell’attuale modello di business del Gruppo, seppur in un contesto di riferimento particolarmente competitivo e sfidante. L’apporto delle attività estere al fatturato consolidato si è attestato al 64% (66% nel primo semestre 2012), confermando il peso predominante del contributo internazionale allo sviluppo complessivo del Gruppo.
Il Cda ha inoltre preso atto delle dimissioni del presidente Alberto Bianchi, rassegnate durante la riunione di ieri e con efficacia a partire dal giorno del perfezionamento della compravendita sopracitata.
Sono giunte anche le dimissioni dei consiglieri Claudio Cappon, Giorgio Cogliati e Riccardo Taranto. Il Cda che si riunirà in data 7 agosto per pronunciarsi sulle opportune deliberazioni conseguenti alle dimissioni, così come in merito alle dimissioni del Consigliere Alessandro Foti, già comunicate al mercato in data 3 luglio 2013.
Il Consiglio d’amministrazione ha deliberato che l’effettivo verificarsi del perfezionamento del contratto di compravendita tra Libero Acquisitions S.à.r.l. ed Rcs MediaGroup, previsto per il 7 agosto costituisca l’evento determinante per l’applicazione della clausola di accelerazione prevista dal regolamento del Piano di Stock Option 2011/2013, che vede come beneficiari alcuni dirigenti della Società, tra cui i due dirigenti con responsabilità strategica, con la conseguente accelerazione del periodo di esercizio delle 470.000 opzioni ad oggi esistenti per tutti i beneficiari, senza verifica della condizione di performance prevista dal piano di Stock Option stesso.