/ App

Il Muse si fa interattivo con Graffiti

30 luglio 2013

L’app EXplora Museum rivoluziona la visita guidata

 

Il nuovo Museo delle Scienze di Trento firmato da Renzo Piano ha scelto l’app sviluppata da Graffiti per rendere la sua esperienza a portata di mano. Nasce così EXplora Museum, guida per dispositivi touch screen che rivoluziona il concetto di visita: all’ingresso il visitatore riceve un iPad mini con la guida multimediale, concepita per valorizzare al meglio i contenuti e l’archivio documentale del museo. Da quel momento inizia un viaggio negli spazi espositivi, grazie all’app che permette di approfondire la comprensione delle opere attraverso visualizzazioni a 360 gradi e contributi video con gli studiosi del Muse. Grazie a un’interfaccia semplice e intuitiva, l’applicazione è facilissima da usare anche per l’utente meno esperto. EXplora MUseum vuole offrire al visitatore l’occasione per mettersi in gioco e immergersi in una dimensione a metà strada tra l’insegnamento e l’intrattenimento, secondo un approccio ludico-esperienziale. Non a caso, il nome della app richiama l’Exploratorium di San Francisco fondato da Frank Oppenheimer nel 1969: uno dei più importanti esempi in cui il metodo scientifico è stato tradotto in contesti educativi basati sulla sperimentazione e sull’apprendimento coinvolgente. Una delle sfide più ambiziose di EXplora MUseum riguarda la capacità di parlare a visitatori diversi per età, livello di istruzione e interessi. Al Muse sono attese le scolaresche, i genitori con i propri figli e i nonni con i nipoti; ma anche studiosi, ricercatori e studenti universitari. Nel realizzare la app, quindi, si è fatto in modo di offrire a ognuno la maniera ideale per relazionarsi con la scienza sulla base del proprio profilo. La piattaforma EXplora MUseum, sulla quale poggia la app sviluppata per il Muse, verrà commercializzata in Italia e all’estero, grazie ai contatti che Graffiti ha stretto nel tempo con alcuni interlocutori oltreoceano. Si tratta infatti di una soluzione modulare utilizzabile da qualunque struttura museale.Il progetto della guida multimediale è stato concepito dal polo tecnologico Trento Rise assieme al Muse col quale ha definito le caratteristiche della piattaforma.