Tweegee approda in Italia con Rcs. Raccolta pubblicitaria affidata a Prs

25 luglio 2013

Il social network a misura di bambino. Obiettivo: superare 900mila utenti unici/mese entro 12 mesi

 

È stato presentato ieri presso la sede di Rcs Media Group il sito Twigis.it, la versione italiana di Tweegee.com, il social network per bambini, nato nel 2008, che vanta 4 milioni di utenti unici sparsi in tutto il mondo. Frutto della partnership tra il gruppo israeliano Tweegee e Rcs, Twigis.it si propone come punto di riferimento online per bambini di età compresa tra i 6 e i 12 anni, offrendo loro uno spazio sicuro e controllato per giocare, informarsi e interagire con i propri amici. Un progetto particolarmente innovativo in Italia, dove i bambini affrontano le prime esperienze digitali in rete sempre più presto, grazie a tablet e pc. “Il lancio di Twigis.it si inserisce perfettamente nel nostro piano di sviluppo da editore a multimedia company – spiega Alceo Rapagna, Chief Digital Officer di Rcs Media Group -. Questa strategia favorisce la nascita di nuovi prodotti in ottica ‘digital first’ e partnership con startup nazionali e internazionali e operatori digitali specializzati per creare quel ‘complemento di gamma’ che ci permetterà di far emergere sempre di più il nostro approccio digital”.

“La strategia di Tweegee è quella di andare nei Paesi non di lingua inglese e infatti, a oggi, è presente in Russia, Turchia, Brasile e Argentina, con partner importanti come Walt Disney, Ikea, Kellogg’s, Lego, Nestlé e molti altri”, sottolinea Enrico Filì, responsabile Rcs Digital Ventures. “Il business model è quello del social media marketing – continua Filì – che prevede la sponsorizzazione dei contenuti e l’interazione continua con gli utenti. Il vantaggio per gli advertiser è quello di raggiungere la loro audience concentrata in un unico posto, nel momento in cui è maggiormente predisposta a intergire con i brand”. Intrattenimento e sicurezza sono le parole chiave di Twigis, che si presenta come un aggregatore di contenuti localizzati (giochi, news, musica, film, mondi virtuali pensati specificatamente per l’Italia) con funzionalità social costantemente controllate. Tutte le attività e i post sono moderati: ogni discussione o messaggio viene sottoposto ad approvazione prima di poter essere pubblicato, in modo da proteggere i ragazzi da contenuti inappropriati. “Twigis si propone di diventare la prima community online in Italia per i bambini dai 6 ai 12 anni – afferma il responsabile del social network Giuliano Benaglia -. Il nostro obiettivo è quello di raggiungere più di 900mila utenti unici/mese entro 12 mesi dal lancio – previsto per settembre – costruendo con loro un rapporto di fiducia basato sulla qualità dei contenuti e le attvità dedicate”. La comunicazione avverrà sui mezzi Rcs, ma sono previste anche campagne online su altri siti e portali in target. La raccolta pubblicitaria è affidata a Prs.

Monica Gianotti