Sassoli: “Upa soddisfatta dei palinsesti tv d’autunno.Per risalire la china degli investimenti”

23 luglio 2013

“Il cambio di conduttori fra i diversi network televisivi è un segnale positivo di vivacità del mercato”. A dirlo, ospite dell’ultima puntata di Klaus Condicio, talk show di Klaus Davi su YouTube, è stato Lorenzo Sassoli de Bianchi (nella foto), presidente di Upa.  L’associazione che riunisce i grandi investitori pubblicitari, ha sottolineato, è, dunque, “soddisfatta dalla programmazione autunnale delle emittenti televisive generaliste”.

La televisione, ha detto ancora Sassoli de Bianchi, “è il mezzo portante della pubblicità italiana: rappresenta più del 50% degli investimenti e quindi è necessario che le reti televisive e i broadcaster si impegnino se vogliamo risalire la china degli investimenti. Come investitori pubblicitari noi ci aspettavamo che le reti televisive generaliste investissero nei palinsesti autunnali e, dai primi segnali, mi pare che questo si stia verificando, sia per quello che riguarda la Rai, in particolare Rai Uno, tra le altre cose anche con la conferma di Fabio Fazio a Sanremo l’anno prossimo e l’inserimento di un personaggio estremamente popolare e amato dagli italiani come Jovanotti, sia per quello che riguarda Mediaset con alcune importanti conferme del palinsesto autunnale”.

Parlando, infine, de La7 neo-acquisto dell’editore Urbano Cairo, “anche da quel broadcaster sono arrivati segnali di conferma degli investimenti – chiude il presidente di Upa -. In generale per quello che sono le anticipazioni che sentiamo c’è voglia di investire e questa è la cosa più importante”.