Upa alla ricerca di un progetto ‘urgente’ per combattere la crisi

3 luglio 2013

Oggi l’assemblea 2013. Previsti gli interventi di Lorenzo Sassoli de Bianchi, Antonio Catricalà, Annamaria Testa e Stefano Lucchini

 

E’ in calendario oggi pomeriggio l’assemblea annuale di UPA-Utenti Pubblicità Associati, presso il Teatro Strehler di Milano. Il titolo, ‘L’urgenza di un progetto’, sembra essere un vero e proprio appello dei big spender della pubblicità affinché si passi, dopo tante parole, ai fatti, coinvolgendo tutti gli attori del settore e soprattutto le istituzioni. Dopo un anno ancora molto problematico per il mondo dell’advertising, un progetto strutturato potrebbe costituire una via d’uscita per uscire dalla crisi. Le stime sugli investimenti in adv rilasciate da AssoCom lo scorso 26 giugno, cioè di -12,5%, non dovrebbero discostarsi granché dalla realtà, nonostante l’auspicio di un’inversione di tendenza prevista per il secondo semestre, come aveva previsto il vice presidente UPA Valerio Di Natale un mese fa durante Linkontro Nielsen, il quale aveva anche anticipato la chiusura del primo semestre a -15%/-16%. Dopo l’intervento introduttivo del presidente dell’associazione Lorenzo Sassoli de Bianchi, seguirà lo speech di Antonio Catricalà, vice ministro dello Sviluppo Economico, incontrato 10 giorni fa dai rappresentanti di UPA per chiedere di applicare anche agli investimenti pubblicitari la tax credit di cui gode il cinema, per agevolare e incentivare le aziende che incrementeranno la loro spesa pubblicitaria rispetto all’anno scorso.Concluderanno la giornata gli interventi di Annamaria Testa, pubblicitaria, e Stefano Lucchini, direttore Relazioni Internazionali e Comunicazione di Eni.

Valeria Zonca