E-commerce realtà in continua crescita: +144% nell’ultimo anno

3 luglio 2013

Secondo una nuova ricerca del Gruppo Dada

Cresce l’e-commerce italiano che secondo una nuova ricerca del Gruppo Dada l’e-commerce ha registrato un incremento del 144% nell’ultimo anno. I risultati della ricerca ‘e-shop in Italy’  (oltre 1.100 siti di e-commerce italiani tra gennaio e marzo 2013 sui dati consuntivi del 2012) commissionata ad ePages con l’obiettivo di indagare lo stato dell’arte del settore e-commerce in Italia rivelano che il commercio elettronico risulta in crescita nel panorama nazionale e gli Italiani sono e-Shopper sempre più attivi.

A livello di scenario business, un indice significativo è il numero di shop online aperti tramite lo store di Register.it nel corso degli ultimi due anni, che è più che raddoppiato, crescendo di circa il 55%. Le aziende coinvolte nell’analisi, che sono già attive online dal 2011, dichiarano infatti di aver incrementato del 161% le proprie entrate e del 57% la media degli ordini ricevuti. Per quanto riguarda i settori merceologici maggiormente attivi in Italia, l’indagine rivela che le realtà più dinamiche sono quelle appartenenti ai mercati Fashion, Tech e Food.

Mentre da un punto di vista di distribuzione geografica le regioni più impegnate nel commercio elettronico risultano la Lombardia e il Lazio (dove si collocano rispettivamente il 25% e il 16% delle aziende con siti Register.it), seguite da Emilia Romagna (8%), Veneto (8%), Piemonte (8%) e Toscana (7%). Dall’analisi emerge anche un dato nuovo relativo al mondo dei social media: le aziende che infatti ricorrono all’e-commerce utilizzando gli strumenti social, in particolare Twitter, crescono più velocemente rispetto agli altri: l’81% del campione integra oggi sul proprio shop online l’icona di collegamento a Twitter, mentre, sorprendentemente, solo il 46% quella di Facebook.

Sul fronte consumer, la ricerca delinea che il consumatore online si rivela sempre più attivo sui siti di e-commerce, come dimostra per esempio il valore del carello medio, che ha raggiunto oggi una soglia molto interessante, aggirandosi intorno ai 157,41€ e registrando, una leggera crescita (+7% rispetto al 2011).

Nonostante l’utilizzo del canale e-commerce gli italiani non hanno ancora totale fiducia sulle modalità di pagamento, poiché 1 su 3 ordini sono ancora pagati offline, di cui il 59% in contanti. Permane quindi l’utilizzo di modalità più tradizionali, anche se si fa in ogni caso strada anche in Italia PayPal come principale sistema di pagamento online (51%), probabilmente anche in virtù della sicurezza percepita.