Presente e futuro di Rcs al roadshow ‘Effective link’

2 luglio 2013

A settembre il rilancio di Amica, a ottobre nasce Living allegato al Corriere.

Si è tenuta ieri sera a Milano la tappa milanese di ‘Effective link. La tua audience, le tue soluzioni’, il roadshow organizzato da Rcs per “trasferire ai clienti il nuovo approccio dell’offerta del gruppo”, come spiega a Today Pubblicità Italia Raimondo Zanaboni, direttore generale Pubblicità di RcsMediaGroup. “Partendo dal presupposto che raggiungiamo con i nostri mezzi 24 milioni di persone e ne abbiamo 4 milioni registrate nel nostro database, siamo in grado di affermare che Rcs può seguire tutto il percorso decisionale del consumatore e di dare soluzioni in merito”. Il gruppo realizza analisi di consumer insight con il duplice scopo di capire qual è l’orientamento del consumatore e dare contenuti personalizzati che rispondano alle sue richieste, e al tempo stesso ottenere una profilazione precisa del target da portare ai clienti. “E’ un percorso di conoscenza che porta a intervenire nei momenti in cui è possibile influenzare le scelte dei consumatori – prosegue Zanaboni -. Il punto di partenza è l’awareness: qui Rcs è presente su tutti i canali, dalla carta al digital, e diventerà ancora più forte grazie all’accordo con Poligrafici”. Dal primo settembre, infatti, Rcs Pubblicità gestirà in esclusiva la raccolta pubblicitaria nazionale su stampa per i quotidiani editi da Poligrafici Editoriale (QN, Il Giorno, Il Resto del Carlino e La Nazione), nel 2012 pari a quasi 28 milioni di euro (vedi news). “A questo si aggiungono gli approfondimenti verticali e le community – prosegue Zanaboni -, che a loro volta sono sia sui prodotti cartacei sia digitali”. Ad esempio il Corriere al sabato ha pagine dedicate a temi come food e design mentre sul fronte digital è nata da poco la piattaforma Diritti e Risposte in collaborazione con Wolters Kluwer, mentre dopo l’estate sul canale viaggi del Corriere nascerà Dove Club, sito e-commerce che consentirà l’acquisto di viaggi. “Senza trascurare – aggiunge il manager – il sistema arredamento e le donne”. Per quanto riguarda il primo, la grande novità sarà Living, mensile dedicato all’arredamento alto di gamma che uscirà a ottobre allegato al Corriere. Living avrà anche un’edizione digitale molto forte. “All’inizio del 2014 ci sarà poi il rilancio di Abitare – anticipa Zanaboni – e il sistema arredamento si completa con una serie di eventi che organizziamo”. Sul fronte femminile è previsto a breve un arricchimento del canale online di Io Donna, mentre Amica, dove ad aprile è approdato il nuovo direttore Emanuela Testori, sarà al centro di un importante rilancio a settembre, seguito entro fine anno dal nuovo sito. Proprio da ieri è invece online il canale Leifoodie (vedi news): “Le community sono un fattore molto importante per il gruppo – ribadisce il direttore generale -. Oltre a Leifoodie ci sono Mio di Gazzetta, che ha già oltre un milioni di utenti, e Sportilia”. Non solo pubblicità ma anche soluzioni diverse, come quelle fornite da Connecto, la struttura del gruppo che si occupa di servizi di marketing digitale ma anche di education, programmi di loyalty e digital PR. “Tutto questo percorso si chiude nel momento in cui il consumatore prende al decisione di acqusito – conclude Zanaboni -: per questo abbiamo lanciato settimana scorsa la piattaforma Buon Per Tutti in collaborazione con Valassis e stiamo testando una tecnologia che consente di far acquistare il prodotto direttamente dalla pubblicità”.

L’ad del gruppo Pietro Scott Jovane ha sottolineato: “Lo sforzo che stiamo facendo rappresenta la visione che abbiamo per il gruppo per i prossimi anni: una trasformazione verso un gruppo multimediale. Un passo affascinante ma complesso da interpretare che richiede un cambiamento anche dal punto di vista delle piattaforme. Stiamo lavorando per perseguire la qualità e la componente telcologica. Ritengo che questa sarà la chiave di volta per Rcs”.

Infine, Zanaboni non si sbilancia in previsioni sull’andamento dei ricavi pubblicitari: “sia da Nielsen che da Assocom segnalano prospettive di un rimbalzo tecnico nel secondo semestre. Mi sembra un’ipotesi plausibile, non credo dobbiamo aspettarci grosse sorprese”.

 

E intanto Fiat cresce in Rcs

Già impegnata per la sua quota parte dell’aumento Rcs (per un totale di 34.608.429 azioni ordinarie), Fiat venerdì ha acquistato altri 10,7 milioni di diritti di opzione che danno diritto alla sottoscrizione di 32,1 milioni di azioni Rcs. In una nota si legge che “a seguito di queste operazioni, al termine dell’aumento di capitale Rcs, nel caso in cui lo stesso risulti integralmente sottoscritto, la partecipazione di Fiat al capitale sociale ordinario di Rcs sarà pari a 87.327.360 azioni ordinarie corrispondenti al 20,135% del nuovo capitale sociale ordinario di Rcs. Le azioni detenute da Fiat in Rcs, incluse quelle rinvenienti dall’aumento di capitale, sono soggette ai termini e condizioni del patto di sindacato Rcs”.

 

Laura Buraschi