Gianfranco Piccolo con OMG per lo sviluppo delle attività di Branded Content

1 luglio 2013

Il manager avrà anche la responsabilità di rafforzare e ampliare le attività di Fuse

 

Gianfranco Piccolo (nella foto) collaborerà con Omnicom Media Group, holding che opera nel mercato media con le due sigle OMD e Phd, con la responsabilità delle attività relative al Branded Content del gruppo. Il manager, che ha costruito la sua esperienza ricoprendo ruoli chiave in diverse aziende leader come Vodafone e Saiwa, e successivamente in UM, dove fino allo scorso febbraio ha ricoperto il ruolo di amministratore delegato, si occuperà di Content Strategy e Unconventional Media. In questo ruolo avrà anche il compito di rafforzare e ampliare le attività di Fuse, divisione di Omnicom Media Group già dedicata ai progetti speciali, dal marketing non convenzionale ed esperienziale agli eventi, e che da oggi amplierà il proprio portfolio di offerta anche con lo sviluppo di attività di Branded Content.

“Da tempo stiamo assistendo alla frammentazione dei canali e alla crescita delle opportunità di personalizzare il proprio palinsesto – ha commentato Piccolo – il focus non è più il mezzo ma il contenuto. Oggi se una marca vuole emergere dall’affollamento e avere un posto di rilievo nella memoria del suo pubblico non può prescindere da una corretta Content Strategy. ‘The content is the king’, ma un re senza la regina non può andare lontano… e la regina è la strategia di pianificazione, la capacità di diffondere il contenuto con coerenza e creatività”.

“Si tratta del proseguimento di un percorso che stiamo portando avanti con le nostre agenzie – ha aggiunto Marco Girelli, ceo di Omnicom Media Group -: vogliamo essere intermediari tra il mondo della marca e del consumatore. Le modalità di comunicazione tra le persone cambiano, perché non dovrebbero cambiare i modelli dei media? La Content Strategy è un approccio molto più ampio di quanto non sembri. Lo sviluppo di nuovi contenuti è sicuramente un aspetto importante, ma il tutto può anche prescindere da un’attività di Branded Content e sfociare solo in una pianificazione tabellare, a patto che sia la storia a guidare la scelta dei mezzi e non viceversa. Sono certo che l’arrivo di Piccolo, con la sua passione e esperienza di cliente e di agenzia arricchirà ulteriormente le competenze nel gruppo e porterà Fuse, coordinata da Marcello Arosio con il ruolo operativo di Stefano Corona, a nuovi successi sempre più importanti”. I servizi di Branded Content offerti da Fuse comprendono attività strategiche come lo sviluppo di una Content Strategy a 360°, fino a operazioni più tattiche come le telepromozioni, alla produzione di serie e di storie destinate a tutte le piattaforme, alla messa a punto di eventi sul territorio in grado di raccontare ed arricchire la storia della marca.

“Con questa nuova parte di offerta -conclude Girelli -ci aspettiamo di allargare il nostro raggio d’azione a una nuova parte del mercato. Abbiamo per esempio recentemente acquisito il budget di sviluppo delle telepromozioni di Vodafone, nostro cliente dal 2007 e per il quale gestiamo ora i mezzi tradizionali, attività specifiche di web-marketing e, appunto, alcune delle attività di Branded Content”.