Branded & Content Entertainment premia con un Grand Prix la bellezza di The Beauty Inside

24 giugno 2013

Il nostro Paese con 4 progetti in shortlist resta senza metalli

Con una decisione unanime il Grand Prix per la categoria Branded & Content Entertainment è stato assegnato al The Beauty Inside  –http://www.youtube.com/user/TheBeautyInsideFilm– di Pereira & O’Dell per il social film prodotto da Intel Toshiba Usa, già vincitore del Grand Prix Cyber e Film.

La giuria presieduta da Scott Donaton  ha definito la campagna il futuro della filmografia. Donaton ha sottolineato come la qualità del lavoro nella categoria Branded Content, che è al suo secondo anno di vita a Cannes, sia notevolmente più alta.

“Quando abbiamo iniziato a deliberare – ha sottolineato Donaton – i membri della giuria erano talmente eccitati dal progetto che hanno elogiato il film ‘The Beauty Inside’ per un’ora intera. Questo è stato un indicatore di quanto sia potente questo lavoro. Questo progetto permette di oltrepassare i confini tradizionali della realizzazione di un film, si tratta di una sfida affascinante che incorpora una diretta e ampia partecipazione del grande pubblico”.

Il lavoro comprende sei episodi incentrati sulla storia di Alex. Sulla scia del successo del primo film social, ‘The Inside Experience,’  ‘The Beauty Inside’ è una nuova  campagna di co-marketing condotta da Toshiba e Intel per stringere un legame più forte tra i social media e la  cinematografia di successo, con la presenza dell’innovativo Ultrabook™ Portégé  ideato da Intel.

Il film riunisce un cast di talenti d’eccezione nel campo dell’intrattenimento, della tecnologia e dei social  media, con Topher Grace e Mary Elizabeth Winstead come attori principali e con la regia di Drake Doremus.
Il racconto segue la vita del protagonista, Alex, un ventenne che si sveglia ogni giorno con un volto e un corpo nuovo, una persona totalmente diversa nell’aspetto ma identica interiormente.

Il protagonista esplora la natura fugace della vita e dell’amore. Ogni giorno annota sul suo  Ultrabook Toshiba Portégé che rappresenta un diario con le sfide e le disavventure quotidiane che mutano di continuo in relazione al suo aspetto fisico.

Il film ha debuttato in 15 Paesi attraverso Facebook coinvolgendo gli spettatori a partecipare attivamente e interagire con il protagonista tramite social networking. La categoria nata nel 2012 ha totalizzato quest’anno 968 entries da 57 Paesi con una crescita del 21%.

Fiorella Cipolletta