Per 72AndSunny Amsterdam l’advertising deve muovere le persone

21 giugno 2013

Parla il managing director Nic Owen anche sulla campagna Benetton ‘Unemployee of the year’

Un’agenzia cosmopolita, dove convivono professionalità di 14 nazionalità diverse, una sede ad Amsterdam e un forte legame con l’Italia. E’ 72AndSunny Amsterdam, l’agenzia che in collaborazione con Fabrica Treviso è stata ideatrice per Benetton della campagna Unhate (GrandPrix Press Lions 2012) e del suo sequel creativo ‘Unemployee of the year’, la campagna di comunicazione globale lanciata lo scorso settembre e focalizzata sulla disoccupazione giovanile. Dopo il trionfo del 2012, quest’anno la campagna Benetton ‘Unemployee of the year’ è rimasta esclusa dal palmares Press dopo non avere superato lo sbarramento della shortlist “perché Unhate era una campagna molto più potente, che coinvolgeva volti di portata internazionale per trasmettere un messaggio universale di pace e tolleranza. Era un’operazione fortemente emozionale e che aveva suscitato un dibattito a livello globale – spiega Nic Owen, managing director 72andSunny Amsterdam intervistato da Today Pubblicità Italia -. ‘Unemployee of the year’ è un’idea tangibile e concreta, che affronta un problema sociale forse più localizzato come quello della mancanza di lavoro per le giovani generazioni, che ha avuto un minor impatto a livello internazionale. Ma anche con quest’ultima campagna abbiamo dato il massimo e ciò che in realtà mi rende veramente orgoglioso, al di là dei premi, è poter realizzare qualcosa per muovere le persone e favorire il cambiamento”.

Il legame con l’Italia di 72AndSunny Amsterdam sboccia nel 2011 con il cliente Pirelli e si rafforza nello stesso anno con l’arrivo di Carlo Cavallone, milanese, che dopo varie esperienze in agenzie nazionali e internazionali, da Leo Burnett Italia e Wieden+Kennedy, assume la direzione creativa esecutiva di 72AndSunny Amsterdam. Con l’ingresso nell’ufficio di Amsterdam di Carlo Cavallone (membro di giuria nei Film Lions a questa edizione del festival) inizia la collaborazione con Fabrica Treviso per la comunicazione del marchio Benetton, con Pasta Garofalo, per uno sviluppo della creatività pubblicitaria destinata al mercato USA, e con clienti come Google, UPC e O’Neill.

                                                                                                                                                                                                                                     Cinzia Pizzo