Global Advertising Forecasts 2013-2015: Asia, Est Europa e America Latina i mercati trainanti

19 giugno 2013

Il report è stato presentato ieri dal ceo di ZenithOptimedia Steven King. Italia, Spagna e Grecia i Paesi in maggior sofferenza nell’Eurozona

 

E’ stato presentato ieri Global Advertising Forecasts 2013-2015 di ZenithOptimedia, l’analisi periodica presentata dal network media sui trend del mercato pubblicitario. Illustrate dal ceo Steven King (nella foto), le previsioni di ZenithOptimedia per il prossimo triennio hanno evidenziato una progressiva ripresa a livello globale nei livelli di spesa pubblicitaria: + 3,5% nel 2013, + 5,1% nel 2014, + 5,8% nel 2015. Il trend di crescita globale seguirà ritmi differenti nelle diverse aree geografiche analizzate: l’incremento maggiore interesserà quella che è stata definitiva Fast Track Asia, la Cina, dove l’incremento della spesa in advertising segnerà un + 37%; altra zona calda l’Est Europa e l’Asia centrale dove l’adspend crescerà del 31,8%, tallonata dall’America Latina con +31,5%, e a seguire l’area Mena con un segno positivo del 22,9%.

Una crescita costante invece  riguarderà i mercati maturi: +6,3% per l’Europa centrale, il Nord Europa e il Giappone, +13,1 % per il North America e +13,5% per l’Advanced Asia (Australia). Nell’Eurozona, i mercati in maggiore sofferenza sono Spagna, Italia, Grecia, riflesso di una decrescita economica che presenta conseguenze negative sui livelli di spesa del consumatore: il 2013 secondo le previsioni si chiuderà con un andamento stabile, ma segnali di ripresa nella spesa pubblicitaria dei tre Paesi dell’Eurozona potrebbero emergere a partire dal nuovo anno. Analizzando a livello globale le nazioni con la maggiore spesa pubblicitaria, nelle prime tra posizioni si classificano nell’ordine USA, Giappone e Cina.

Il report di Zenith ha inoltre sottolineato lo spostamento dell’investimento pubblicitario dai mezzi tradizionali al digital, che nel periodo 2013-2015 vedrà una crescita del +29% nel social media advertising, +32% nell’online video, +14% segnato dal paid search e +105% dal mobile. Accanto alla crescita esponenziale del digital advertising e del mobile in particolare, l’industria dell’advertising sta sviluppano modalità alternative di comunicazione e incrementando l’investimento nel brand entertainment, negli eventi, nelle sponsorship. Tra gli elementi che traineranno a livello globale la spesa pubblicitaria 2013-2015 in primo luogo gli eventi sportivi mondiali.

 

Cinzia Pizzo