I Creative Effectiveness tinti di orange, GP a Heineken

17 giugno 2013

Attribuiti sei Leoni a UK (2), Nuova Zelanda, Australia e Usa

Terza edizione dei Creative Effectiveness Lions e, dopo i primi due Grand Prix assegnati al Regno Unito, quest’anno si aggiudicano la categoria i Paesi Bassi con la campagna ‘Heineken’s legendary journey: justifying a premium the world over’. Oltre al Grand Prix, gli altri sei Leoni sono stati assegnati a Gran Bretagna (due, Adam&EVEDDB London /Manning Gottlieb OMD London e Grey London), Nuova Zelanda (DDB Group New Zealand Auckland), Australia (due, Whybin/TBWA Sydney e Ogilvy&Mather Sydney) e Stati Uniti (Digitas/Crispin Porter + Bogusky New York / Digitas New York).

“Il livello dei lavori quest’anno è stato davvero alto e la scelta non è stata affatto semplice. Abbiamo scelto di assegnare il primo premio all’idea in grado di accendere di più l’immaginazione”, sottolinea il presidente Shelly Lazarus, Chairman Emeritus di Ogilvy&Mather New York. I Creative Effectiveness premiano i lavori che dimostrano di essere l’unione perfetta tra insight, idea ed esecuzione. Il focus è sul valore reale, misurabile e provato che la creatività apporta al business del cliente. La valutazione dei lavori viene effettuata equilibrando tre elementi: idea (25%), strategia (25%) ed efficacia e risultati (50%).“Heineken rappresenta indubbiamente un lavoro molto più digital di un semplice spot per la Tv. E’ una vera e propria campagna globale in grado di muoversi e produrre effetti concreti su mercati multipli”, aggiunge la presidente. Anche quest’anno è stato possibile iscrivere lavori che l’anno precedente erano entrati almeno in shortlist, a riprova dell’alta qualità delle campagne presentate.
Eugenia Morato