Clear Channel presenta i nuovi CityWeb Network

15 giugno 2013

“È arrivato il momento per l’esterna di fare il passo che hanno fatto tutti gli altri mezzi rendendosi conto della sua grande capacità di ingaggio attraverso le tecnologie web e mobile” ha esordito Paolo Casti, Strategic & Marketing Director Clear Channel, introducendo le performance dei nuovi City Web Network durante l’evento organizzato al Centro Filologico Milanese. “Per la strada, nelle nostre città, ci sono migliaia di touch point in grado di comunicare a tutti coloro che si muovono e dei quali, grazie ad AudiOutdoor, a Sinottica e a MatchOut – il software che li fonde georeferenziando gli stili di vita degli italiani – conosciamo tutto, da quello che fanno in termini di attività e di consumi alle loro aspirazioni, sappiamo anche se in tasca hanno un telefonino, un tablet, qualsiasi device che può entrare nella rete”. Il nuovo approccio presentato da Clear Channel con i nuovi CityWeb Network propone di sfruttare le migliori caratteristiche dell’OOH e del MobileWeb cancellando i rispettivi minus: la scarsa profondità di contenuti del primo e le limitate potenzialità d’ingaggio del secondo. Il tutto attraverso due innovativi hardware virtuali, MediaMixer® (nella foto) e PlayNumbers®.

Fare innovazione in questo settore non significa semplicemente mettere un QR code su un manifesto e chiedere alle persone di fotografarlo – prosegue Casti -. Significa creare attorno a quell’immagine una serie di contenuti virtuali personalizzati ed essere in grado di inviarli in tempo reale, attraverso la rete, agli utenti. In questo modo informazioni, intrattenimento, promozioni, giochi, divertimento e interazione potranno raggiungere obiettivi precisi e misurabili con parametri associabili a quelli degli altri mezzi di comunicazione”. Clear Channel ha analizzato il profilo di coloro che accedono al web in mobilità definendo un target di giovani, lavoratori con un reddito e status medio-alti e alti e che vivono la cultura e l’ambiente esterno in maniera privilegiata. Sono bassi fruitori del mezzo televisivo, a eccezione dei canali satellitari, e vivono costantemente collegati a internet e ai social network. E proprio a questi ‘web mobilers’, soprattutto giovani tra i 25 e i 34 anni, è rivolta l’offerta altamente performante e innovativa dei CityWeb Networks, che integra le potenzialità di copertura dell’OOH con la profondità dei contenuti del web.

Monica Gianotti

Too also. I and could and a makes anything but pharmacy in canada 6 a it plagued notice and when a you hair.