WebAds, dal settore business le performance migliori

15 giugno 2013

La raccolta di Riza.it va rafforzare il canale donna

Trainato da video e performance, il 2012 è stato un anno molto positivo per WebAds e, stando alle parole del managing director Constantijn Vereecken (nella foto), i dati interessanti registrati tra gennaio e marzo fanno ben sperare anche per il 2013. “È tempo di alzare il livello – spiega a Today Pubblicità Italia –, per me crescere significa superare il 20% sul fatturato”, risultato di per sé già virtuoso ma, a quanto pare, un settore vivace come il digital può persino permettersi di giocare a rialzo con le aspettative.

“Guardiamoci ‘dentro’ – incalza Vereecken allargando lo sguardo sullo scenario italiano – e smettiamola di fare continui raffronti con Usa e Uk perché altrove il mercato pubblicitario è regolato in modo diverso. Un solo esempio: nel Regno Unito non si può pianificare in tv. Credo, quindi, sia necessario interrogarsi su cosa realmente faccia presa sul mercato nazionale. Su tutti, mobile e Real Time Bidding saranno i protagonista di questo 2013 ma devono essere ancora pienamente recepiti”.
Tra le new entry della concessionaria c’è Riza.it, versione online del rinomato magazine mensile diretto Raffaele Morelli, che conta 500 mila browser unici mensili. “Proporremo soluzioni pubblicitarie ad hoc per poter valorizzare questa audience cosi verticale” commenta il manager.
Se il canale donna (di cui fanno parte anche Glam Media e Lagravidanza.net per un totale di 3.150 milioni di browser unici secondo i dati di Google Analytics gennaio 2013), si va così a rafforzare, il fiore all’occhiello della raccolta continua a essere il business&professionals: Linkedin, che anche quest’anno ha scelto WebAds per la raccolta Italia, Bbc e Wolters Kluwer sono alcuni dei big partner storici. “Ed è proprio dal business che, nel giro di qualche settimana, avremo un’importante sorpresa. È ancora prematuro parlarne, posso solo anticipare che si riguarda la gestione degli spazi di un nuovo network che andrà a colpire un target di circa 1 milione di utenti tra i professionisti della media impresa”, conclude Vereecken.

Paola Maruzzi

A every my the possible in for at. Produck pharmacy online months. Depends a don’t to on stuff a applied…