DS – gluten free rinnova il packaging della Pasta e lancia gli Gnocchi di Patate

14 giugno 2013

Il flight partito a maggio proseguirà a settembre. Firma Grey, pianifica Initiative. La Brand manager commenta la scelta di Barilla di aprirsi al senza glutine: “Seguiamo con attenzione i nuovi movimenti, in Italia abbiamo il 30% della quota di mercato”

 

Doppia novità per DS – gluten free, brand alto atesino che fa capo al Gruppo Dr. Schär: ieri mattina, presso la Dream Factory di Corso Garibaldi, a Milano, è stata presentato sia il restyling del packaging della linea di pasta (di mais e di riso), rilanciata con una ricetta capace di reggere il confronto con quella di semola, che l’inedita referenza degli Gnocchi di Patate.

“Forte impatto a scaffale per far finalmente risaltare la riconoscibilità dei prodotti (disponibili in grande distribuzione, ndr), sobrietà ed eleganza sono state le linee che hanno guidato il ripensamento della confezione firmato da Verter, agenzia veronese scelta a seguito di una consultazione. Il passaggio dal film al cartone riciclabile testimonia poi l’attenzione alla sostenibilità”, spiega a Today Pubblicità Italia Petra Unterholzer, Brand manager DS.
Intanto in ‘pentola’ bolle la “campagna a 360: il flight partito a maggio proseguirà a settembre. L’operazione è pianificata su stampa, con particolare attenzione al target femminile, e sul digital, sempre più strategico. In previsione anche iniziative sul punto vendita ed eventi legati all’alta gastronomia. Non escludiamo la tv ma è presto parlarne – prosegue la portavoce -. Con un budget adv in linea con il 2012, sarà Grey, subentrata a Draftfcb da quest’anno, a curare la creatività. La pianificazione è affidata a Initiative, mentre Weber Shandwick gestiste le pr”.
Sulla falsariga dell’operazione appena conclusasi dedicata alla corretta informazione sulla celiachia e sulla cosiddetta sensibilità al glutine, “la strategia comunicativa continuerà a puntare su messaggi chiari ed equilibrati, sensibilizzando il consumatore. La celiachia non è un tema che va preso sottogamba, la pubblicità deve sempre avere un riscontro scientifico. In questo senso è fondamentale l’apporto del Centro di Ricerca e Sviluppo di Trieste, affiancato da un comitato di esperti. Altro plus del marchio DS – gluten free è l’utilizzo di materie prime 100% italiana” prosegue la manager
Sull’avanzata di Barilla che ha annunciato di recente il debutto entro l’anno di una linea di pasta senza glutine, questo il commento: “Seguiamo con attenzione i nuovi movimenti sul mercato. Dalla nostra parte abbiamo esperienza trentennale e assortimento completo del Gruppo. In Italia DS copre una quota di mercato del 30% e a livello internazionale il Gruppo cresce del 10%, sfiorando un fatturato 200 milioni nel 2012”.

Paola Maruzzi