Havas Media Group: Mulino Bianco, Ferrero, Barilla, Ikea e Nivea sono i top brand per gli italiani

12 giugno 2013

Indagine ‘Meaningful Brands 2013’: nel mondo il 54% non crede ai brand

 

Havas Media Group ha diffuso i risultati dell’indagine ‘Meaningful Brands 2013’ effettuata tramite intervista a oltre 134mila consumatori in 23 Paesi  per verificare quale sia il reale impatto di circa 700 marchi internazionali nella loro vita quotidiana. Oggi non registra semplicemente il gradimento dei brand ma misura l’effettiva performance percepita su molteplici tipologie di attributi che riguardano l’impatto sul piano personale tra cui salute, felicità, benessere economico, relazioni e senso di appartenenza a una società. La sintesi della performance dei marchi rilevati viene espressa dal Meaningful Brand Index: a livello globale emerge che la performance finanziaria dei brand con il maggiore MBI è stata del 120% superiore rispetto alla media del mercato azionario, dimostrando in termini finanziari come la correlazione tra salute del rapporto marca-consumatore e performance economiche di brand.

In Italia l’indagine ha coinvolto quest’anno 40 brand dei settori Distribuzione, Alimentari & bevande, Abbigliamento, Cura Persona, Energia&Petroli e Tlc. In cima alla classifica si trovano i marchi food, tra cui Mulino Bianco, Ferrero e Barilla, inoltre Coca-Cola è quello che ha conquistato più posizioni rispetto all’edizione precedente, salito dal 20° al 14° posto. Seguono Ikea, Nivea, Decathlon, Lavazza, Coop, Dove e Garnier.

“I brand food piacciono agli italiani non solo perché sono gratificanti e rappresentano una vera e propria soddisfazione immediata, ma anche grazie al loro profilo etico e all’impatto positivo che hanno sull’economia locale – Isabelle Harvie-Watt, ceo di Havas Media Group -. I marchi retail mantengono una forte significatività nella mentalità degli italiani, soprattutto quando offrono qualità e soluzioni intelligenti a prezzo equo: per esempio Ikea che registra il punteggio più alto proprio in Italia e Decathlon ottiene una valutazione eccezionale vicina ai risultati di Coop”.

A livello mondiale i top brand in classifica sono Google, Samsung, Microsoft, Nestlè e Sony accompagnati da Ikea, Dove, Nike, Wal-Mart, Danone, Philips e P&G, ma si registra negli ultimi anni un calo di fiducia: il 54% degli intervistati non crede nei brand. I brand davvero significativi a livello mondiale sono infatti una minoranza: il 73% dei consumatori non si accorgerebbe se le maggiori marche analizzate sparissero e solo il 20% ritiene abbiano un impatto positivo nella propria vita. Il grado di attaccamento alla marca in Europa è in diminuzione, passato dal 12% dell’ultima edizione all’attuale 7% così come negli Usa dove ha perso ben il 10% rispetto al 18% del 2011.