Bialetti Industrie prepara il grande ritorno in adv e raddoppia il budget

6 giugno 2013

Scaduto a fine 2012 l’incarico di Jwt. Colloqui informali con alcune agenzie creative. L’Omino con i Baffi si apre al mondo della pasticceria con una nuova collezione presentata ieri alla stampa

 
Dall’antipasto al caffè. Potrebbe suonare grosso modo così il pay off della nuova strategia marketing di Bialetti Industrie, tuttora in via di definizione. “Con un budget doppio rispetto all’anno scorso, entro il 2013 faremo un grande ritorno in comunicazione con l’obiettivo di trasmettere una visione corale del brand che, con il lancio della linea Dolce Chef Bialetti, si apre al settore degli strumenti e degli accessori per pasticceria “, annucia a Today Pubblicità Italia Lucilla Premazzi, marketing director Bialetti Industrie.

Bisognerà aspettare settembre per scoprire maggiori dettagli sull’operazione, per ora l’unico dato certo che Jwt non è più il partner dell’Omino con i Baffi. “Da sei mesi è scaduto l’incarico, dopo 3 anni di ottima collaborazione”, prosegue Premazzi. Al momento non c’è nessuna gara anche se l’azienda sta sondando il terreno:”Abbiamo incontrato informalmente sei-sette agenzie ma non esiste ancora un brief”. Fase di perlustrazione a parte, la vera priorità rimane il riposizionamento dei marchi del Gruppo: “Pur non rinunciando all’identità forte del segmento caffè l’obiettivo è far conoscere al consumatore un mondo ampio e variegato. In questo grande importanza avranno i nostri negozi nel cuore delle principali città dopo l’apertura a Milano la prossima apertura sarà a Verona”.

Riflettori puntati anche sul piano industriale dei prossimi anni: “Sviluppo degli store, export e business del caffè sono le principali linee guida” sottolinea la portavoce. L’estero, che vale il 20% del fatturato, ha il suo zoccolo duro in Francia e Turchia, dove sono presenti le due filiali, e mira alle potenzialità di mercati emergenti come Russia e Brasile. Nessun investimento tv né stampa, per il momento, a supporto della collezione Dolce Chef Bialetti, i cui articoli sono raggruppati in 4 linee (Stampi in Carbon Steel, Stampi in Silicone, Accessori Pasticceria e Decorazioni): il design interno mentre la produzione ha coinvolto 5 nuovi fornitori sparsi in tutto il mondo. A detta di Roberto Ranzoni, marketing manager Caffe Ped Bialetti Industrie, l’obiettivo “posizionarci nella fascia medio-alta del settore con una proposta giovane nelle linee e nei colori, ma professionale per funzionalità, prestazioni e affidabilità compiendo un ulteriore passo per andare a presidiare la tavola degli italiani dall’antipasto al caffè”.

In tal senso cruciale sarl’attivitdei Bialetti Store che ospiteranno corsi di cake decoration e dimostrazioni. “Abbiamo lavorato molto sull’immagine e l’allestimento dei quattro moduli. Altra leva sarà la sponsorizzazione di eventi legati al food. Stiamo anche valutando la possibilità di sponsorizzare programmi tv, ma ne riparleremo a settembre. Con il nuovo anno probabile l’apertura al digital, ma bisognerà definire la formula”, conclude Premazzi.

Paola Maruzzi