/ App

App economy, ricavi a +87% nel 2012

5 giugno 2013

La fotografia dell’Osservatorio Mobile Internet, Content & App

 

Trainata dalle app, i cui ricavi crescono del 87% nel 2012 mentre quelli generati dagli m-site salgono del 27%, la mobile economy continua a promettere bene. È quanto emerge dall’Osservatorio Mobile Internet, Content & Apps che ha presentato ieri al Politecnico di Milano una fotografia dettagliata sullo scenario italiano. A fronte di 22 milioni di mobile surfer, cioè tre quarti degli utenti internet mensili da Pc, il giro d’affari legato alle app vale “623 milioni di euro nel 2012 (+20%), l’86% proviene dalla spesa degli utenti, il 14% dagli investimenti pubblicitari”, ha spiegato Andrea Rangone, responsabile scientifico dell’Osservatorio
Nonostante non si vedano ancora gli effetti della Connettività dati Lte, avviata in Italia verso la fine del 2012 e solo nelle principali città, la connettività da smartphone si conferma in forte crescita, triplicando i propri ricavi in tre anni. Nel 2012 registra un incremento dei ricavi pari al +53% mentre si attende per il 2013 un’ulteriore crescita superiore al 30%. Tra i più importanti fattori di questo boom ci sono sia la crescita delle tariffe Flat che per la prima volta, nel 2012, superano il 50% del totale mercato, sia l’elevato numero di possessori di smartphone.
Dall’indagine condotta in collaborazione con Doxa risulta, inoltre, che i mobile surfer hanno mediamente 27 applicazioni installate, ma ne usano ogni mese circa la metà e ogni due giorni in media 5, effettuando però 35 accessi giornalieri ad esse, mentre accedono al Mobile Web (ossia tramite il browser) 9 volte al giorno.
“Sembra esserci una convivenza tra app e mobile web per il consumatore – dichiara Guido Argieri, managing partner Doxa Digital -. Più precisamente, le app sono assolutamente preferite per pochi contenuti (social, messaging e giochi), ma proprio quelli usati più di frequente; mentre il mobile web è la porta d’accesso a un mondo più variegato e generico di contenuti. In termini di frequenza di utilizzo, le app registrano il quadruplo degli accessi dei Mobile site”.
L’86% del mercato è gestito dagli owner degli Application Store- Tra questi Apple gestisce la maggioranza dei ricavi, quasi l’80%. I ricavi su Google Play stanno comunque crescendo molto mese su mese e nel 2013 si attende un’ulteriore spinta positiva, a seguito dell’introduzione del credito telefonico come modalità alternativa per il pagamento delle app almeno per i clienti di Vodafone e Wind, a seguito degli accordi stretti da queste due Telco con Google a livello globale.
Infine i margini di crescita e di innovazione del mercato mobile costituiscono un’opportunità di business per molte startup. Dai dati dell’Osservatorio, emerge, infatti, che oltre 300 realtà di questo settore hanno ricevuto, a livello internazionale, finanziamenti medi di oltre 7 milioni di dollari da investitori istituzionali negli ultimi due anni.