Il pet ‘muove’ il consumatore a QuattroZampeinFiera

4 giugno 2013

Oltre cento aziende hanno aderito alla manifestazione. Per l’evento budget di comunicazione da 500 mila euro

Sono oltre 100 le aziende che hanno deciso di partecipare in veste di espositori a QuattroZampeinFiera, il primo evento consumer in Italia dedicato a cani, gatti, furetti e ai loro padroni. La prima edizione della manifestazione, organizzata da Tema Fiere, avrà luogo questo weekend a  Milano, presso il Parco delle Esposizioni di Novegro. All’evento hanno aderito alcune fra le principali realtà del settore pet come Tonus-Purina, Trainer-Nova Foods, MSD-Scalibor, Agras-Delic e Royal Canin. “Si va dal pet food, all’abbigliamento e agli accessori – spiega Alessandra Aspesi (nella foto), nel team degli organizzatori -. Abbiamo coinvolto le grandi aziende, ma anche piccole realtà artigianali, in modo che ogni visitatore possa trovare quello che cerca”.

La manifestazione, patrocinata da Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali) e dal Gruppo Cinofilo Milanese, si presenta con una doppia anima: da un lato l’aria espositiva coperta, dall’altro un’ampia area vede esterna per intrattenimento, gioco e sport, ovviamente da condividere con i propri amici a quattro zampe. “In Italia le fiere dedicate al pet sono tutte btob – continua Aspesi -. Da qui l’idea di creare un appuntamento dedicato al pubblico che, oltre a poter fare acquisti e ricevere omaggi da parte degli espositori, avrà la possibiltà di interfacciarsi con team di esperti e ricevere consigli per migliorare il rapporto con il proprio animale”.

QuattroZampeinFiera è stato promosso con una campagna curata dagli organizzatori, con un budget di 500 mila euro, e grazie alla copertura garantita da Edizioni Morelli, editore del mensile Quattro Zampe, e alla media partnership di DeAKids e Gruppo Finelco. “Per questa prima edizione  – afferma Alessandra Aspesi -, il nostro obiettivo è raggiungere i 15/20mila visitatori. Online sono stati già 10 mila i click per scaricare il buono che consente di avere uno sconto sul biglietto di ingresso. Se il riscontro, come ci aspettiamo, sarà positivo l’idea è di rendere la manifestazione itinerante, portandola prima a Roma, per poi girare tutta l’Italia”.

Andrea Crocioni