Facebook, l’adv vale l’85 % del fatturato totale. Twitter non toglie utenti

3 giugno 2013

Luca Colombo all’incontro Nielsen

 

L’85% del valore totale di Facebook è legato agli investimenti pubblicitari. Lo ha dichiarato venerdì scorso Luca Colombo (nella foto), country manager Italia del social network, durante l’appuntamento Linkontro di Nielsen (vedi pagina  6). I dati del 1° trimestre 2013 attestano un fatturato di circa 1 miliardo e 500 milioni di dollari, con circa 1, 3 miliardi dalla pubblicità. Nonostante la penetrazione di internet nel nostro Paese, pari a circa 30 milioni di utenti al mese (Fb ne conta 23 milioni), non sia ai livelli di altre economie più mature, “se ben utilizzato, Fb offre la possibilità di fare un’adv mirata e di raggiungere diversi obiettivi di business, tramite un’ampia targettizzazione. Con aziende del largo consumo in Italia stiamo cercando di misurare l’impatto dell’adv sul social”, ha spiegato il manager. Senza remare contro gli altri media, ma lavorando in sinergia con gli editori tv, radio o cartacei. Colombo si è soffermato anche sulla concorrenza di Twitter. “In questo momento non vedo un trend negativo per noi, tutti i mezzi su internet stanno crescendo. E’ inoltre importante considerare che Fb è una leva economica che genera con l’indotto 2,5 miliardi di euro, pari all’1% del Pil”.

 

Valeria Zonca