L’arte contemporanea protagonista a ‘La voce del corpo’

3 giugno 2013

Dall’8 al 23 giugno il Comune di Osnago (Lc) ospiterà la Terza Edizione della Rassegna d’Arte Contemporanea ‘La voce del corpo’ che quest’anno ruoterà tutta intorno ai concetti di membrana e permeabilità. Sono oltre 100, selezionati tra 283, gli artisti partecipanti, italiani e internazionali, tutti loro declineranno il concetto di ‘Tegumento’, ovvero di quella membrana che avvolge qualsiasi organismo, lo pone in relazione con la realtà circostante e ne determina sensazioni, percezioni, interrelazioni. “Miracoloso”, come dice il direttore artistico Vittorio Comi, “riuscire a sincronizzare intorno a una medesima fonte di ispirazione creativa, il Tegumento, oltre 100 figure ciascuna con la propria originalità e individualismo, che sono i tratti tipici di ciascun artista”. Ma questa unitaria fonte creative conduce a sua volta a una pluralità di performance e di interpretazioni, perché il concetto di membrana reca in sé quello di permeabilità, tra interno ed esterno, e rimanda dunque – come sottolineato dal sindaco di Osnago, Paolo Strina – all’unicità con cui ciascuno di noi, attraverso la propria membrana, recepisce e reagisce agli stimoli esterni.

La cifra e il segreto dell’arte contemporanea stanno proprio in questa infinita gamma di reazioni agli stimoli che l’espressività creativa suscita. Ed è qui che l’Associazione Culturale Arte In Voce e l’agenzia di comunicazione AndEventi svolgono il proprio ruolo di partner della comunicazione della Rassegna: nel porsi come l’intermediario, la membrana, che mette in contatto il pubblico con la creatività artistica, nel risolvere il problema, sottolineato da Gianfilippo Napolitano presidente dell’associazione Arte In Voce, dell’accessibilità all’idea espressa dal singolo artista e della fruibilità dell’arte da parte di una platea di persone quanto più vasta possibile. Sono già 400 le adesioni all’inaugurazione della Rassegna e oltre 36mila i contatti attraverso i social network e la rete, la manifestazione gode del patrocinio del Comune di Osnago e della Provincia di Lecco nonché della partecipazione di numerosi partner e sponsor, tra i quali Villa Arese Lucini e la Biblioteca di Osnago.