Cairo Communication, utili ed Ebitda in calo nel primo trimestre 2013

14 maggio 2013

Bene le diffusioni (+1,6%) e gli ascolti (+52,5% in prime time). Secondo una nota dell’azienda “l’andamento dei ricavi pubblicitari registra un miglioramento in aprile”. Venduto medio di circa 180 mila copie per i 4 numeri del nuovo Settimanale Giallo

Un primo trimestre 2013 pieno di novità quello di Cairo Communication che a marzo ha sottoscritto un contratto con Telecom Italia Media per l’acquisto, a fronte di un corrispettivo di 1 milione di euro, dell’intero capitale di La7, esclusa Mtv. L’operazione è poi stata perfezionata il 30 aprile. In questi mesi, il gruppo si è dedicato anche al lancio della nuova testata Settimanale Giallo, diretto da Andrea Biavardi, uscito in edicola l’11 aprile e al consolidamento dei risultati di Settimanale Nuovo e F, lanciati nel 2012.

Cairo Communication ha archiviato i primi tre mesi del 2013 con ricavi consolidati lordi per 67,5 milioni di euro, in calo rispetto agli 88,6 milioni dello stesso periodo 2012 (-23,8%). Il margine operativo lordo (Ebitda) è sceso a 5,8 milioni dai 7,5 milioni di un anno fa (-23%) e il risultato operativo (Ebit) si è attestato a 5 milioni dai precedenti 6,7 milioni (-25,6%). Il risultato netto del gruppo editoriale è stato di 3,8 milioni di euro, in flessione dai 4,7 milioni dei primo trimestre del 2012. Il margine operativo lordo e il risultato operativo del settore editoriale sono stati pari a 2,3 milioni di euro e a 2 milioni di euro (rispettivamente 2,65 milioni di euro e 2,35 milioni nel periodo analogo dell’esercizio precedente). Nel primo trimestre 2013 i risultati diffusionali sono stati in crescita (+1,6%): la media di copie vendute a febbraio è stata di 1,9 milioni. I primi 4 numeri di Settimanale Giallo, al prezzo di lancio di 50 centesimi, hanno registrato un venduto medio di circa 180 mila copie, con il quarto numero a circa 230.000 copie. Il settore concessionarie ha visto il calo del margine operativo lordo (3,5 milioni sui precedenti 4,9 mil) e del risultato operativo (3 milioni sui 4,4 mil.)

Nel primo trimestre 2013 gli ascolti di La7 hanno registrato una crescita del 24,1% sul totale giorno e del 52,5% in prime time (4,17% lo share medio sul totale giorno e 5,52% lo share medio in prime time). Positivi i risultati dei programmi informativi e di approfondimento della rete, tra cui Tg delle 20 (7,79%), Otto e mezzo (6,64%), Piazza Pulita (6,73%), Crozza nel Paese delle meraviglie (10,81%) e Servizio Pubblico (15,68%). In una nota diffusa ieri dal gruppo si registra che “a partire dal mese di aprile l’andamento dei ricavi pubblicitari ha cominciato a registrare un miglioramento, per effetto anche dell’importante crescita degli ascolti conseguita da La7. Il gruppo ha conseguito risultati comunque fortemente positivi, nonostante la contrazione dei ricavi pubblicitari per effetto dell’andamento del mercato di riferimento”. Nel futuro, Cairo Communication “si impegnerà in un piano di ristrutturazione della società, con l’obiettivo di contenerne già nel 2013 le perdite e di perseguirne il turnaround operando secondo le seguenti principali linee guida: conferma della attuale linea editoriale e dei programmi che rappresentano i punti di forza della rete; contenimento dei costi, intervenendo in particolare sulle voci di spesa ‘improduttive’ e per recuperare efficienza; valorizzazione del target altamente qualitativo degli ascolti di La7, per mantenere e sviluppare l’elevato livello dei ricavi pubblicitari in considerazione del generale andamento del mercato”.