Al cileno NO l’apertura dei MIFF Awards

30 aprile 2013

Dall’8 maggio la XIII edizione del Film Festival Internazionale di Milano


1988, Santiago del Cile. Augusto Pinochet è ancora in carica, ma il suo futuro dipende dall’esito di una campagna pubblicitaria per un referendum popolare. È su questo sfondo che si muovono i personaggi di NO, selezionato nel 2012 a Cannes per la migliore regia, candidato all’Oscar e scelto per inaugurare il Film Festival Internazionale di Milano, di cui TVN MediaGroup è media partner. La proiezione avverrà l’8 maggio nell’Auditorium Giovanni Testori del Palazzo della Regione e seguirà la sfilata sul Red Carpet in piazza Città di Lombardia. Proposto a Milano, centro e network delle agenzie creative più importanti d’Italia, il film ha come protagonista Rene Saavedra (Gael García Bernal), un pubblicitario incaricato di gestire la campagna contro il dittatore: il suo spot si rivela vincente e la democrazia trionfa. Alla proiezione, oltre ad Eugenio Garcia, il pubblicitario che ha ispirato il film, parteciperanno Renzo Sicco, autore e regista teatrale che da anni parla del Cile nei suoi lavori, e alcuni direttori creativi di agenzie di comunicazione, che discuteranno di come uno spot elettorale può cambiare il destino di un Paese.
“Il percorso del MIFF, fin dalla sua nascita, è segnato da una crescente ricerca di qualità e di interesse verso temi importanti per i Paesi rappresentati dai film in concorso – ha affermato il fondatore del Festival Andrea Galante -. E il programma di quest’anno, a partire dalla proiezione di No, è la testimonianza di questa evoluzione”.