Omnicom, utile in calo nel primo trimestre

22 aprile 2013

L’Europa frena la crescita

Omnicom Group, nei primi tre mesi del 2013,  ha registrato un leggero aumento anno su anno del 2,8% con ricavi pari a 3,4 miliardi di dollari, a causa soprattutto di un crollo della pubblicità in tutta Europa. La crescita è rimasta forte in Asia e in America Latina, e costante negli Stati Uniti, mentre i mercati dell’eurozona shanno avuto unun calo del 3,7% nella crescita organica dei ricavi. “Ci aspettavamo una crescita modesta per il 2013 – ha commentato John Wren (nella foto), ad di Omnicom nel corso di una conference call con gli analisti -. L’economia globale sembra funzionare a tre velocità. Asia e America Latina rimangono forti. Gli Stati Uniti continuano a registrare una crescita lenta ma costante. Mentre l’Europa continua a soffrire della forte recessione”. Il gruppo ha riportato un utile di 331milioni di dollari nel primo trimestre del 2013, in calo del 0,8% anno su anno, nonostante ricavi in?aumento di quasi il 3%. Secondo i risultati di Omnicom per il primo trimestre del 2013, il colosso americano ha fatturato 3,40 miliardi di dollari nei tre mesi fino alla fine di marzo, in crescita del 2,8% anno su anno, grazia a una crescita negli Stati Uniti. Le entrate internazionale, che include il contributo del Regno Unito, si attestano intorno a 1,61 miliadi di dollari, in crescita del 1,2% anno su anno, mentre le entrate provenienti dagli Stati Uniti sono pari a 1,79 miliardi di dollari, in crescita del 4,2% anno su anno. Principali clienti Omnicom includono Snickers (Bbdo), Apple (Tbwa) e PepsiCo (Omd).