Trident Entertainment, il sound della branded entertainment agency

17 aprile 2013

L’agenzia, nata dieci mesi fa, partner di Bacardi e Samsung dopo una gara

Musica, arte, alta professionalità e passione: sono queste le note che compongono il sound di Trident Entertainment. La giovane agenzia – www.tridententertainment.it  – nata il 20 maggio 2012 dalla trentennale esperienza nel settore del music business della Trident Management, si rivolge alle aziende e a tutte le realtà che operano nel mondo della comunicazione. L’intento dei due fondatori, Tomaso Cavanna (nella foto), e Simona Muti, entrambi provenienti dal mondo della musica e dai colossi dell’entertainment come Universal Music Group e Sony Music, è di dare origine a una nuova realtà per andare incontro alle esigenze delle aziende e delle agenzie che operano nel mondo della comunicazione e dello show business. In particolare, la Trident Entertainment è una struttura specializzata nella ideazione, creazione e produzione di Brand Events, Sponsorship, Endorsement & Product Placement e Branded Content focalizzati sul mondo della musica, dell’entertainment, dello sport e delle sponsorizzazioni. Costruire ‘Branding Emotion’ attraverso la Musica e l’entertainment è la missione di Trident: l’attività dell’agenzia è stata inaugurata con la gestione degli eventi musicali dell’America’s Cup di Venezia, seguito dalla vittoria delle gare Bacardi e Samsung. “Il primo asso nella manica è il team – spiega a Today Pubblicità Italia Tomaso Cavanna, Chief Executive Officer di Trident -. Avere la fortuna di poter lavorare con persone che sono mosse principalmente da emozioni, interessi e passioni comuni mixati sempre dalla musica come Simona Muti, Business Development & Creative Director e Massimo Babini Executive Producer, ci rende dei privilegiati e molto competitivi. Infatti dopo solo 10 mesi lavoriamo già con marchi prestigiosi. Ma sicuramente la sorpesa più grossa – continua Cavanna – è stata vincere la gara di Bacardi e Samsung per progetti che ci vedranno impegnati per tutto l’anno. Con Bacardi abbiamo iniziato con un piccolo progetto e alla fine ci siamo ritrovati a vincere la gara che ci vedrà impegnati con iniziative importanti a partire dal 20 maggio”.  “Non abbiamo pregiudizi a partecipare alle gare – spiega Simona Muti -. Non ci rifiutiamo mai di partecipare. Le perlustrazioni, per noi, sono una palestra, un allenamento, un esercizio per mantenerci tonici e metterci in discussione, oltre ad essere una sfida stimolante. La nostra passione è la produzione di contenuti di alto impatto e livello artistico che possano stupire e coinvolgere il target di riferimento”. La giovane struttura che ad oggi conta 10 persone, in esclusiva segue tutte le attività di brand partnership di Lorenzo Jovanotti e le sponsorizzazioni del Tour 2013 negli stadi italiani.

Fiorella Cipolletta