Nasce Inpiù, quotidiano digitale con l’obiettivo di fare ordine nel caos

16 aprile 2013

Il nuovo quotidiano presentato oggi alle 11,30 alla Libreria Fandango, in via dei Prefetti 22 a Roma. All’evento parteciperanno Giancarlo Santalmassi, Innocenzo Cipolletta, e l’editore, Luigi Abete, che si confronteranno sui temi dell’informazione, dei nuovi media e del futuro della comunicazione.

Nasce oggi a Roma Inpiù, il nuovo quotidiano di informazione digitale nato con l’obiettivo di fare ordine nel caos dell’informazione divulgando commenti e opinioni autorevoli e informate sui principali fatti del giorno. “Questo progetto nasce con l’intento offrire un prodotto editoriale B2B –  spiega a Today Pubblicità Italia Daniele Pelli, ad di Inpiù –  distribuito in abbonamento direttamente su tutti i device e sul sito www.inpiu.net. Durante l’arco della giornata, la redazione, diretta da Giancarlo Santalmassi, identificherà le notizie che quotidianamente hanno maggior rilevanza strategica per il Paese e parallelamente il comitato scientifico, presieduto da Innocenzo Cipolletta, si incaricherà invece di inquadrarle nello spazio e nel tempo, fornendo analisi, approfondimenti e commenti puntuali e precisi”. Il tutto distribuito in real time e con una formula moderna e di facile consultazione.

Inpiù si pone come filtro trasparente. Un depuratore per i lettori che fanno sempre più fatica a distinguere tra notizie vere, notizie verosimili, notizie semi false, o false del tutto.  “Al fianco dell’abbonamento al notiziario – continua Pelli -, Inpiù offre anche un nuovo portale d’informazione – www.inpiu.net -, consultabile da tutti. Ogni giorno a mezzanotte, pubblicherà in esclusiva anche le notizie distribuite il giorno precedente in abbonamento, che si andranno ad aggiungere a quelle pensate, analizzate e scritte per il sito, che verrà arricchito ogni giorno da inchieste e approfondimenti.saranno messe on line, e quindi consultabili gratuitamente da tutti”. Il nuovo quotidiano al momento è in cerca di una nuova concessionaria. “Ad oggi siamo supportati dalla concessionaria Banzai, essendo una società facente parte del Gruppo Sviluppo Programmi Editoriali S.p.A (società controllante delle agenzie di stampa Asca e Tmnews) – continua Pelli – ma ben presto si Inpiù si trasformerà in una S.p.A”.  Inpiù, ha spiegato Cipolletta, presidente del Comitato Scientifico “fornisce una prima opinione su una notizia strategica elaborata da un esperto. Sulla base di questa idea, il lettore può farsi una sua propria opinione o può fare sua quella nostra, se la condivide. Il vantaggio è che l’utente non dovrà cercare in un sito web le opinioni più autorevoli, ma le riceverà direttamente e potrà leggerle rapidamente, anche mentre è occupato in altre faccende”. L’editore, il Comitato scientifico e la direzione di Inpiù, ha detto Luigi Abete, editore della testata, “condividono una serie di valori culturali: una società libera, responsabile e disponibile all’innovazione, che riconosce e premia il merito, in un quadro di solidarietà sociale, intergenerazionale, geopolitica. Da questo punto di vista Inpiù si caratterizza anche come una ‘comunità di valori’ che offre l’interpretazione dei fatti a nostro giudizio più coerente con lo sviluppo del nostro Paese nel quadro dell’evoluzione dell’Europa. Il nuovo quotidiano verrà presentato oggi alle 11,30 alla Libreria Fandango, in via dei Prefetti 22 a Roma. All’evento parteciperanno Giancarlo Santalmassi, Innocenzo Cipolletta, e l’editore, Luigi Abete, che si confronteranno sui temi dell’informazione, dei nuovi media e del futuro della comunicazione.

Fiorella Cipolletta