Greater Fool Media, fucina di web talent a servizio di tv e advertising

15 aprile 2013

A bordo delle startup Andrea Materia, Giampaolo Rossi, Francesco Sciò e Filippo Mori Ubaldini

 

Nata nel 2012 con l’intento di mettere insieme creatività dal basso e un know how di matrice televisiva, oggi Greater Fool Media sta provando a sperimentare un nuovo linguaggio dell’entertainment e dell’advertising, ponendosi dapprima come fucina per le cosiddette web celebrities e poi come vero e proprio digital studios. Il board della startup è composto dal giornalista e autore televisivo Andrea Materia (nella foto), tra le altre cose ideatore e conduttore di Social King, programma di Rai Due, Giampaolo Rossi, past president di RaiNet, Filippo Mori Ubaldini, ceo di Filmedia e delle emittenti nazionali Wedding TV e Bike Channel, e Francesco Sciò, proprietario di Euroscena.

Fatta eccezione per l’esplosivo Maccio Capatonda, “il fenomeno delle web star è ancora poco valorizzato dai media classici, eppure la rete pullula di talenti, capaci generare fette consistenti di traffico”, spiega Materia. Basta uno sguardo al canale Youtube di Nirkiop per avere un’idea sulla portata: i sette ragazzi di Taranto, creatori della web series ‘Facce da scuola’, hanno catalizzato 20 milioni di visualizzazioni. “Stessa cosa potremmo dire per astri nascenti come Andrea Baglio e Dario Moccia, tutti nomi riconosciuti dalla critica specializzata, spesso affermati a livello internazionale come i Licaoni, videomaker vincitori del Youtube Next Up 2012“.

Se da un lato i creativi digitali italiani calcano ormai con sicurezza le ‘scene’ Youtube sperando di monetizzare la loro presenza sul web, dall’altro sia l’industria televisiva che quella pubblicitaria hanno bisogno di innovarsi percorrendo strade social. “L’obiettivo di Greater Fool Media è quello di fare da ponte, ponendosi come referente unico e fornendo partnership su misura – racconta Andrea Materia, ceo della startup – Questa formula di collaborazione, inedita per il mercato italiano, è già stata avviata con Wedding TV, canale del digitale terrestre, per il quale abbiamo prodotto campagne online sfruttando l’appeal e la popolarità di alcune web celebrities. Il nostro compito è valorizzare i talent, aggregandoli a risorse e strutture a cui abbiamo accesso, tra cui 5 mila metri quadri di studios tv di Euroscena, tra Roma e Milano”.

A parte il piccolo schermo, nel mirino di Greater Fool ci sono importanti player del gaming, dell’elettronica di consumo, dell’automotive e del food & beverage. “Particolarmente sensibile alla nostra offerta è l’universo dei prodotti femminili: in tale direzione stiamo sviluppando dei format video di dalla vocazione social e adatti a una fruizione mobile”, conclude Materia.

 

Paola Maruzzi