Mortaroli firma il nuovo format ‘unico’ di Telecom Italia

10 aprile 2013

Chiara Galiazzo protagonista della campagna al via da domenica

Ruota intorno al claim ‘Comunicare è condividere’ il nuovo format di comunicazione di Telecom Italia che per la prima volta riunisce sotto un unico cappello tutti i servizi di telefonia e i target clientela. Presentata ieri a Milano, la campagna firmata da Mortaroli & Friends, sarà on air in tv da domenica 14 aprile. Al team di Mauro Mortaroli, selezionato in seguito a una consultazione che ha visto coinvolte sei agenzie, l’arduo compito di raccontare in modo convincente la telefonia fissa di Telecom Italia, quella mobile di Tim e l’offerta business di Impresa Semplice. “Avevamo bisogno di un format di comunicazione che potesse parlare trasversalmente”, ha spiegato Carlotta Ventura, direttore Domestic Media di Telecom Italia. Questo mantenendo l’identità dei singoli brand, marchi forti e che la gente conosce, ed evitando nel contempo il rischio di cannibalizzazioni (vedi il successo del format Tim firmato Santo).

Per questa sfida l’agenzia ha deciso di affidarsi a una testimonial fresca di talent come Chiara Galiazzo, trionfatrice dell’ultima edizione di X Factor. Gli spot, diretti da Alessandro D’Alatri e prodotti da Buddy film, attraverso dei veri e propri flash back della vita della giovane cantante vogliono dimostrare come il talento e l’impegno siano elementi fondamentali per emergere. Un tema che si lega all’attività che Telecom Italia sta portando avanti in questi anni sul territorio per valorizzare talenti promuovendo la formazione e sostenendo le start up. Nel primo spot, dedicato all’Ultra Internet fisso e mobile di Telecom Italia, i valori della comunicazione e della condivisione sono resi a livello visivo da uno spettacolare e coloratissimo flash mob che, sulle note di Over the Rainbow, colonna sonora di tutta la campagna, vede Chiara coinvolta con più di 600 comparse sulla terrazza del Pincio di Roma. Alla fine del film ci troviamo di fronte a un immenso arcobaleno di persone che si muovono eseguendo le coreografie di Daniel Ezralow,  i cui colori richiamano la tecnologia della fibra ottica. Il film, come lo definisce lo stesso Mortaroli, “è un inno allo stare bene insieme. Nella sua semplicità e nel suo esprimere gioa è quasi anacronistico”. Proprio l’immagine dell’arcobaleno sarà protagonista di una maxi-installazione, realizzata dal fotografo Alberto Guglielmi, che dal 15 aprile darà il benevenuto ai viaggiatori dell’aeroporto di Fiumicino.

E’ in fase di studio, invece, l’organizzazione di un grande flash mob all’interno dello Stadio Olimpico di Roma. Per il primo flight di due settimane, andranno a rotazione 4 spot. Nei primi giorni sarà pianificato il 60” di presentazione del nuovo format e a seguire i formati più brevi ‘tagliati’ sui singoli brand. L’intenzione dell’azienda, come ha confermato Carlotta Ventura, è quello di dar vita a una campagna in grado di durare tutto l’anno, tanto che la prossima settimana il team creativo sarà di nuovo sul set per girare i nuovi episodi della saga. Il progetto di comunicazione, naturalmente avrà declinazione su altri mezzi (radio, stampa, etc), con un particolare focus sull’online con l’obiettivo di coinvolgere la rete per realizzare il più grande arcobaleno digitale del mondo. Il media è gestito da Maxus.

Andrea Crocioni