Gruppo San Paolo: successo per il debutto di BenEssere

28 marzo 2013

Con oltre 200 mila copie tirate, il primo numero di BenEssere ha registrato l’esaurito tecnico nelle edicole di numerose città d’Italia. Un dato che – comunica una nota -, unito ai primi positivi riscontri sul canale ‘tradizionale’ dell’editore Periodici San Paolo (parrocchie, scuole, luoghi di cura…) e al buon andamento degli abbonamenti, colloca il nuovo mensile di salute diretto da Giuseppe Altamore nelle prime posizioni per diffusione nel segmento.

Il numero diffuso lo scorso 21 marzo, al prezzo di lancio di 1 euro, è stato sostenuto da una campagna adv di MRM Italia pianificata da Mediacom: per i primi tre numeri, le copie tirate saranno complessivamente 510 mila. “Le ottime performance di venduto e gli eccellenti riscontri della raccolta pubblicitaria dimostrano che anche in un mercato in forte crisi c’è ancora spazio per proposte editoriali di qualità, con un posizionamento innovativo e adeguatamente sostenute da investimenti in professionalità e in comunicazione”, afferma Marco Basile, publisher dell’Area ‘Famiglia e Varia’ di Periodici San Paolo. Sul fronte pubblicitario, il primo numero ha registrato un inserito di 55 pagine di adv sulle 180 di foliazione, “un dato assolutamente positivo – commenta il publisher -, soprattutto se si considera che anche i numeri di maggio e giugno sono in linea”.

“Le aziende continuano a essere molto sensibili alle novità del mercato editoriale e ai lanci di nuove testate di qualità – spiega Angelo Sajeva, presidente e ad di Mondadori Pubblicità, concessionaria esclusiva per la raccolta -. La ricchezza di contenuti del mensile, unita alle alte diffusioni raggiunte e alla varietà dei canali distributivi, si sono tradotti in una delle migliori performance di raccolta pubblicitaria nel segmento salute”. Con il lancio di BenEssere, sottolinea Maurizio D’Adda, dg di Periodici San Paolo, “abbiamo compiuto un primo importante passo sul percorso di rinnovamento dell’offerta editoriale di Periodici San Paolo. Un mio personale ringraziamento al direttore editoriale don Antonio Sciortino, grande motore e promotore di questo cambiamento. Questo risultato, inoltre, ci fa ben sperare per i prossimi lanci del 2013, fra cui l’imminente nuovo settimanale religioso popolare Credere. La gioia della fede per cui è previsto un obiettivo di vendita intorno alle 100 mila copie, che lanceremo dopo Pasqua”.