Publicis Italia, Daniela di Maio nuovo dg a capo dell’ hub internazionale

26 marzo 2013

Nuovo ingresso in Publicis Italia e un nuovo hub dedicato ai clienti internazionali nell’agenzia guidata da Daniele Tranchini  che in questi giorni ha nominato Daniela di Maio (nella foto) direttore generale della sede di Milano.

 

Di Maio, grazie alle significative esperienze maturate nel corso degli anni, sarà anche a capo del nuovo hub specializzato nella gestione dei clienti internazionali che ormai compongono circa il 25% del fatturato dell’agenzia. “Sono molto felice del suo ingresso per le sue doti professionali e umane – commenta il ceo Tranchini -. Daniela è un’importante aggiunta al nostro team di senior management e la sua esperienza ci permetterà di sviluppare sempre più le nostre competenze locali e internazionali. In questi ultimi anni, grazie al nostro lavoro, oltre che da clienti italiani siamo stati contattati e abbiamo stretto rapporti  anche con aziende straniere che hanno deciso di affidarsi a noi per realizzare le loro campagne globali”. “Sono contenta di essermi unita ai professionisti di Publicis, con molti dei quali ho avuto modo di collaborare in passato. Allo stesso tempo sono contenta di poter mettere a frutto la mia esperienza internazionale, sia professionale che di vita, nello sviluppo di un hub in Italia e nel supporto ai clienti nazionali” dichiara di Maio. La manager vanta una notevole esperienza soprattutto in capo  internazionale, grazie ai molti anni passati a coordinare e costituire hub strategici e creativi sia a livello regionale che globale, sviluppando competenze dalla pubblicità allo shopper  marketing,  dal digitale e activation  all’integrated attraverso il coinvolgimento non convenzionale dei consumatori. Iniziata la carriera in comunicazione a Milano nella seconda metà degli anni ‘80, si trasferisce poi a Londra dove lavora per importanti agenzie e alla fine degli anni ’90 torna in Italia dove lavora, tra gli altri clienti, per Indesit, Kellogg, Unilever, Nestlè, De Beers e clienti ad alta tecnologia e multidisciplinari come Vodafone e Nokia.