De’Longhi Group Official Store celebra la Vogue Fashion’s Night Out

De’Longhi Group Official Store, il flagship store italiano del Gruppo De’Longhi e nuova destinazione della shopping experience milanese, debutta alla Vogue Fashion’s Night Out di Milano, la notte bianca della moda italiana che, per il quinto anno consecutivo, coinvolgerà tutte le capitali della moda partendo proprio da Milano martedì 17 settembre 2013 durante la sera antecedente l’inizio della Milano Fashion Week.  La Vogue Fashion’s Night Out è nata nel 2009 con l’obiettivo di festeggiare la moda e dare impulso all’economia del settore, la serata è un’occasione unica di incontro con gli stilisti e i principali protagonisti del fashion e del design, avvicinando il mondo della moda al grande pubblico. De’Longhi Group Official Store in questa occasione entra a far parte ufficialmente del circuito dei negozi che animano il centro della città: sarà infatti, a fianco delle più importanti griffe e delle più rappresentative boutique cittadine che movimenteranno la città fino alle ore 23.30 intrattenendo i loro ospiti con cocktail party, dj set ed eventi speciali.  Durante la serata sarà possibile acquistare presso lo Store del Gruppo De’Longhi la limited edition di TTM028 Kenwood, creata per l’occasione, il cui ricavato di vendita verrà destinato alla riqualificazione di un’area di Via Valtrompia 65 in zona Quarto Oggiaro.

Vela e Motore porta l’Oceanis 55 in copertina e i lettori in vacanza

Il numero di agosto/settembre

Protagonista della copertina estiva di Vela e Motore è l’Oceanis 55, una barca a vela di quasi 17 metri pensata e costruita per la crociera totale. Della protagonista francese, novità del cantiere Bénéteau, che piace da generazioni, viene proposta la super prova avvenuta nelle acque di Palma di Maiorca, completa di numeri, dati, prestazioni arricchiti da un video e dal commento del progettista degli interni Massimo Gino di Nauta Design. Per gli amanti dei catamarani, la proposta è l’Hélia 44 di Fountaine Pajot, un cat dedicato ai puristi della crociera in grande comfort e dalle buone qualità marine; nella sezione motore riflettori puntati sul Frauscher 858 Fantom, un raffinato motoscafo runabout di 8,67 metri; mentre nei gommoni, spicca il Magazzù MX 14 Coupé, il nuovo maxi rib, elegante e superportivo con interni per crociere a medio raggio che può essere utilizzato anche come tender per superyacht. A poche settimane alla conclusione della Louis Vuitton Cup di Coppa America, sotto la lente degli esperti del mensile di Edisport Editoriale un’analisi tecnica di scafi e timoni. E per chi fosse pronto alle vacanze, dodici destinazioni selezionate, proposte e provate ‘sul campo’ da giornalisti e collaboratori di Vela e Motore. Vela e Motore (www.velaemotore.it) è disponibile in edicola e in tutti i formati digitali per smartphone, tablet e computer.

 

La calda estate di Automobilismo d’Epoca

E’ in edicola il numero di agosto/settembre di Automobilismo d’Epoca. La storia di copertina è dedicata al fenomeno ‘Spiaggine’: le Fiat 500 e 600 carrozzate da Ghia e allestite come auto da mare che stanno vivendo una seconda giovinezza, sull’onda dei risultati milionari alle aste di tutto il mondo.  Nel 2013 si compiono due anniversari tanto importanti quando diversi che saranno celebrati su questo numero: i 90 anni del Quadrifoglio dell’Alfa Romeo, forse il più famoso dei simboli floreali usati in campo automobilistico; e i 50 anni della Mercedes-Benz W 113, per tutti ‘Pagoda’, che creò un nuovo filone nel settore delle auto sportive.

Una Lancia Fulvia ha tenuto alta la bandiera dell’Italia alla Pechino-Parigi: con il motore più piccolo del lotto dei concorrenti, ha colto un eccezionale 8° posto assoluto. Anche questo numero di Automobilismo d’Epoca non dimentica le auto inglesi: la ‘quasi storica’ MG-F è protagonista di una succosa guida all’acquisto, mentre una stupenda SS 3.5 ‘italiana’ ci racconta della nascita del marchio Jaguar. L’estate è tempo di sport, e questo numero ne è particolarmente ricco: dalla storia del mondiale di F1 del 1976, con il duello Hunt/Lauda che a settembre diventerà un film, all’episodio di Jacky Ickx che al GP di Germania ’73 tradì Ferrari per correre una gara con la McLaren, alla Silver Flag vista con l’occhio dell’appassionato; e ancora, la Brooklands Double Twelve e la rievocazione della Coppa Campioni Kart a Jesolo. Infine, una grande iniziativa della testata di Edisport Editoriale: la partecipazione a Monza alla gara dell’Alfa Revival Cup.

Elio Catania è il nuovo presidente di Assinform

Paolo Angelucci conclude il mandato

 

L’Assemblea di Assinform, l’associazione aderente a Confindustria che raggruppa le principali imprese di Information Technology, ha eletto il nuovo presidente in carica per i prossimi quattro anni: Elio Catania (nella foto) prende il testimone da Paolo Angelucci, che concludendo il suo mandato ha fatto i migliori auguri al suo successore.
Elio Catania, laureato in Ingegneria Elettrotecnica presso l’Università La Sapienza, ha conseguito il master Degree of Management Science presso la Sloan Fellow School del Massachusetts Institute of Technology di Boston. Ha trascorso gran parte della sua carriera in Ibm fino a raggiungere posizioni apicali quali president of Ibm Latin America, South Europe and Italy e divenire membro del Worldwide Management Council. Tra le altre cose, è stato presidente e amministratore delegato di Ferrovie dello Stato e dell’Azienda Trasporti Milanesi.
Catania, che diventerà anche vice presidente di Confindustria Digitale, nel presentare le linee programmatiche per il suo quadriennio, ha evidenziato come il gap di competitività, che da troppi anni pesa sul Paese e sullo sviluppo, possa essere colmato solo con un salto di qualità e una discontinuità vera nell’uso dell’information technology e nella cultura del cambiamento nelle imprese, nella PA e nella società nel suo complesso.

Rai1 in vetta con il film ‘I sussurri del deserto’. Bene i Mondiali di Nuoto di Barcellona trasmessi da Rai Sport 1

Ascolti del 30 luglio
Su Rai1 il film drammatico in prima visione I sussurri del deserto, scritto da Martin Rauhaus e diretto da Jörg Grünler, ha conquistato 3,2 milioni di spettatori pari al 16% di share, aggiudicandosi la serata Auditel del martedì. Su Canale 5 il varietà Zelig Anthology ha intrattenuto circa 2 milioni di telespettatori pari al 12% di share, posizionandosi sul secondo gradino del podio degli ascolti di martedì 30 luglio. Su Rai2 bene il telefilm Squadra Speciale Cobra 11, che ha registrato 1,8 milioni di spettatori e 9% di share, superando in ascolti CSI che, su Italia1, ha raccolto 1,7 milioni di telespettatori (8% di share) nel primo episodio. Sulla tv non generalista è Rai Sport 1 il canale più visto nella fascia di prime time grazie alla programmazione dei Mondiali di Nuovo di Barcellona che sono stati visti da 416 mila spettatori per il 2% di share tra le 21 e le 23.

 

A cura di Vivaki Italia

Boomerang sceglie Facebook e Scooby Doo per la campagna ‘‘Io ci metto il muso’

Iniziativa virale contro l’abbandono degli animali

 

Boomerang, il canale della piattaforma Sky che mette d’accordo grandi e piccoli e interamente dedicato ai classici e ai nuovi classici dell’animazione, lancia per il secondo anno ‘Io ci metto il muso’, la campagna a favore degli animali e contro l’abbandono estivo. Muso-testimonial d’eccezione per il 2013 è Scooby Doo, l’alano detective nato oltre 40 anni fa dalla fantasia di Hanna & Barbera, e a tutt’oggi tra le cartoon star preferite del canale attraverso i ‘nuovi classici’ Scooby Doo Mystery Inc. e Le nuove avventure di Scooby Doo. Boomerang proclama dal 5 all’11 agosto la Settimana contro l’abbandono degli animali, proprio nei giorni ‘caldi’ dell’esodo estivo, spesso tristemente noto per l’alto numero di animali domestici abbandonati lungo le strade in occasione delle vacanze. Per diffondere ‘viralmente’ questa campagna di sensibilizzazione, è già attiva la pagina Facebook ‘Io ci metto il muso’ dove Boomerang invita tutti a partecipare all’iniziativa sostituendo, nei giorni dal 5 all’11 agosto, l’immagine del proprio profilo Facebook con quella di ‘Scooby Doo-Io ci metto il muso’. Saranno disponibili anche materiali per divulgare il messaggio, tra cui l’immagine-manifesto dell’iniziativa, da personalizzare seguendo semplici istruzioni, e cambiare a piacimento il messaggio che vi è riportato (‘non abbandonare i tuoi amici, abbandònati al divertimento’): un modo divertente per pubblicare sulla propria bacheca e condividere con gli amici un messaggio personale a favore degli animali. A ‘Io ci Metto il Muso’ potranno partecipare tutti coloro che hanno a cuore il benessere degli animali, e la pagina Facebook accoglierà anche tante associazioni, dando visibilità alle loro iniziative a favore degli amici a 4 zampe e offrendo uno spazio di scambio di informazioni per tutti.

Disney Italia cede Topolino alla Panini

Malcontento tra i dipendenti: “Trasferimento inaccettabile”

 

Topolino trasloca a Modena e passa al Gruppo Panini. Lo ha reso noto Disney Italia, specificando che si tratta di “un accordo preliminare per il trasferimento delle attività editoriali relative alle riviste”. Tra queste ci sono anche Bambi e Winnie the Pooh. Disney sottolinea che rimarrà fortemente coinvolta in tutti i prodotti editoriali oggetto dell’accordo al fine di garantire il patrimonio e l’alta qualità di storie e fumetti che hanno accompagnato e divertito intere generazioni di italiani”. La decisione ha subito generato malcontento tra i dipendenti che, riunitisi in assemblea, hanno definito “inaccettabile il trasferimento di tutti i lavoratori nella sede di Modena che comporterebbe per la maggioranza di essi la perdita del posto di lavoro. Impegni e legami familiari, le scuole dei figli, il posto di lavoro dei coniugi non consentono un trasferimento che non ha alcuna motivazione produttiva o organizzativa. Si tratta, evidentemente, di una operazione che mira alla riduzione del personale, costringendo a dimettersi i lavoratori nell’ambito di una presunta cessione di ramo d’azienda. Disney ha trovato il modo di mascherare dei licenziamenti? Panini si presta a un gioco simile?”.

La Tona: Sportitalia un’occasione unica. Dopo l’estate altre novità

Dopo l’acquisizione da parte di Lt Multimedia degli asset tv della Ex Interactive

Si dovranno attendere i primi giorni di agosto perché diventi operativa l’acquisizione da parte della Lt Multimedia degli asset televisivi della ex Interactive group e, quindi, per sapere i piani del nuovo editore sui tre canali 60-61-62 occupati da Sportitalia. Quello che si sa, dalle prime dichiarazioni rilasciate alla stampa dall’ad di Lt Multimedia, Valter La Tona, è che l’operazione punta a rafforzare la posizione del gruppo nel digitale terrestre. In attesa di altre novità, annunciate per dopo l’estate, i canali di Sportitalia vanno ad arricchire l’offerta di Lt Multimedia che comprende Arturo e Nuvolari sul digitale terrestre; Alice, Leonardo e Marcopolo su satellite; mentre sul fronte dei magazine il gruppo romano è presente con i mensili Marcopolo, Case & Stili e Alice Cucina. Definita come un’occasione unica e strategica, da La Tona, l’acquisizione punta a rafforzare la proposta al target maschile del gruppo e a rafforzare il brand Sportitalia in un percorso che includerebbe dialogo e partnership con la società Prima Tv di Tarak Ben Ammar, ancora proprietaria del marchio (non rientrato nella procedura fallimentare). Sul fronte dei numeri, secondi i dati Auditel di giugno, i tre canali su cui si trova Sportitalia hanno raccolto lo 0,59% in termini di share sulle 24 ore con oltre 100 mila telespettatori in media nel prime time (ascolto medio sulle 24 ore sotto i 70mila). La raccolta pubblicitaria è curata da PRS, subentrata lo scorso 1 maggio a Cairo Communications.

 

Aegis Media Italia acquisisce la maggioranza di Simple Agency

Il gruppo rafforza la sua posizione nel marketing digitale

Aegis Media ha annunciato ieri l’acquisizione di una quota di maggioranza di Simple Agency, una delle agenzie leader in Italia nel marketing digitale. Con Simple Agency e iProspect, l’agenzia globale del Gruppo Aegis Media specializzata in digital performance, Aegis Media diventa un centro di eccellenza nell’ecosistema dei servizi di marketing digitale in Italia, sia in termini di qualità che di volume. Simple Agency opererà in maniera indipendente all’interno del gruppo mantenendo il suo management formato da Marco Caradonna, Sandro Moretti, Umberto Bottesini, Angela Stillo, Leonardo Casini, Gloria Caldirola, Cesare Pasca, Matteo Bilancioni e riportando direttamente al ceo di Aegis Media Italia Giulio Malegori (nella foto). “Con questa acquisizione Aegis Media Italia diventa uno dei maggiori player digitali del mercato italiano – ha affermato Malegori -. Simple Agency rafforzerà l’offerta di Aegis Media accelerando lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi, quali data & analytics, video advertising e mobile marketing”.

Simple Agency è un provider di servizi di marketing di nuova generazione che si avvale del potenziale dell’advertising digitale grazie a un modello di gestione multicanale basato su: display, programmatic buying, video advertising, performance media, search, mobile e social media. “Unire le forze con Aegis Media apre un mondo di nuove opportunità sia al team di Simple Agency sia ai nostri clienti e partner – ha commentato Marco Caradonna -. Ci ha colpito l’approccio di Aegis Media nel reinventare le regole dell’advertising facendo leva sul digitale, la tecnologia e l’uso dei dati. Abbiamo in comune il focus sulla qualità e l’eccellenza, la passione per il digitale e l’ambizione di fare la differenza nell’industria dell’advertising a beneficio dei nostri clienti. Una sfida irresistibile che ci fa essere orgogliosi di unire le forze con Aegis Media e il Gruppo Dentsu”.

Prezzofelice personalizza il sito in base all’utente

Nuovi anche logo e app, che festeggia 300 mila download

 
Restyling su più fronti per Prezzofelice: l’outlet italiano del web fondato da Raffaele Giovine rinnova sito, app e logo. Per quanto riguarda il primo aspetto, il concetto chiave che ha guidato l’operazione è: ogni iscritto è unico, quindi inutile perdere tempo con offerte che non interessano, meglio concentrarsi sui gusti di ognuno. In questo modo ogni utente avrà la sua schermate ad hoc a seconda delle preferenze espresse in fase di registrazione. La personalizzazione si rispecchia nella schermata del sito, dove le offerte seguono, dall’alto verso il basso, l’indice di gradimento, cosa particolarmente importante su smartphone e tablet, dove l’esperienza d’acquisto è ancora più veloce. Altra leva è la possibilità di commentare e condividere sui social le proprie esperienze d’acquisto. Il logo, realizzato dallo studio grafico Labsus di Roma, segue i criteri della semplicità, mentre l’app è resa ancora più funzionale per quanto riguarda il reperimento delle offerte, grazie anche alla geolocalizzazione. Dal lancio nel dicembre 2012 l’app ha registrato 300 mila download.

TechCrunch Italy svela i ‘suoi’ billion dollar entrepreneurs

Tra gli ospiti annunciati Matthew Prince di CloudFlare e Lucas Carné di Privalia

 

L’agenda di TechCrunch Italy si arricchisce di nuovi nomi: oltre a quelli già a annunciati, l’evento dedicato al digitale e alle startup co-organizzato da Populis e TechCrunch, ospiterà alcuni imprenditori che hanno saputo trasformare in pochi mesi una grande idea in un’impresa da miliardi di dollari. Tra questi Matthew Prince, co founder e ceo di CloudFlare e Lucas Carné, co-founder e ceo di Privalia (l’elenco completo dei billion dollar entrepreneurs è consultabile qui).
Prince, dopo il lancio nel 2010 di un servizio in grado di migliorare la sicurezza e le prestazioni di qualsiasi web property, ha portato la startup a un valore presunto di oltre un miliardo di dollari, garantendo massima protezione e velocità a oltre un milione di siti, con un network di 23 data centers distribuiti in tutto il mondo. Carné è uno dei più influenti imprenditori al mondo nello scenario dello shopping online: dal 2006, anno della fondazione di Privalia, il gruppo è cresciuto a ritmi incredibili, raggiungendo il +32% nel 2012, con un fatturato totale di 422.5 milioni di Euro.
“CloudFlare è stato lanciato al TechCrunch Disrupt SF nel settembre 2010. Da allora, teniamo gli occhi puntati in attesa della prossima grande idea che verrà presentata a un evento di TechCrunch” ha affermato Matthew Prince. “È Nostro dovere promuovere la digital economy e ispirare i principali attori a farne parte: imprenditori, professionisti, inventori, grandi gruppi” è il commento di Lucas Carné.
Al Maxxi di Roma i protagonisti della Net Economy si incontreranno per condividere con la platea storie, strategie e modelli di business vincenti, in un momento di networking che saprà ispirare il mercato tech&innovation europeo. Due giorni di pitch, conferenze, incontri one-to-one per discutere di nuovi modelli disruptive di (RE) Design e di come il web possa ispirare e reinventare il tessuto economico italiano ed europeo.

 

Nella foto, Luca Ascani, fondatore di Populis

Allianz avvia una gara per il partner media

Partecipano al pitch Initiative, Mindshare e Gruppo Aegis

Allianz, realtà che opera nei servizi assicurativi e finanziari, avrebbe indetto una gara alla ricerca del partner media. Al pitch, secondo quanto risulta a Today Pubblicità Italia, starebbero prendendo parte per l’assegnazione del budget almeno tre strutture: Initiative, Mindshare e Aegis Media. L’incarico a livello globale è stato finora gestito da MediaCom, sigla di GroupM, che nel 2009 ha avuto la meglio su Omd. Allianz fa parte del Gruppo Allianz SE, leader assicurativo mondiale che ha sede a Monaco di Baviera con una forza di oltre 144 mila persone al servizio di 78 milioni di clienti in 70 Paesi. L’Italia rappresenta il secondo mercato per Allianz SE in termini di volumi premi, con circa 32 miliardi di euro di raccolta nel primo trimestre 2013.

 

Serena Poerio

Mondadori, nei primi 6 mesi 2013 fatturato a 612,3 mln (-9,4% sul 2012)

Ieri il CdA ha approvato la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2013

 

Il CdA di Arnoldo Mondadori Editore, riunitosi ieri sotto la presidenza di Marina Berlusconi, ha esaminato e approvato la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2013, presentata dall’Ad Ernesto Mauri (nella foto). I dati di bilancio del Gruppo Mondadori dei primi sei mesi di quest’anno confermano sostanzialmente il trend evidenziato nel primo trimestre; in particolare, rispetto allo scorso esercizio, il fatturato risulta in contrazione del 9,4% per un totale di 612,3 milioni di euro rispetto ai 676,2 milioni di euro del primo semestre 2012.
Il margine operativo lordo consolidato al netto di elementi non ricorrenti è risultato di 14,2 milioni di euro, in riduzione del 48,9% rispetto ai 27,8 milioni di euro dell’esercizio precedente.
Il margine operativo lordo consolidato è risultato di -5,3 milioni di euro rispetto ai 36 milioni di euro dello stesso periodo del 2012.
Il risultato operativo consolidato è stato pari a -17,7 milioni di euro, rispetto ai 23,8 milioni di euro dei primi sei mesi del 2012, con ammortamenti di attività materiali e immateriali per 12,4 milioni di euro (12,2 milioni di euro nel 2012). Il risultato netto consolidato è risultato negativo per 27,1 milioni di euro rispetto a un utile di 7,5 milioni di euro nello stesso periodo dello scorso anno.
L’area Periodici Italia ha registrato nel periodo ricavi per 177,9 milioni di euro (-15,2% sul primo semestre 2012). La parte più rilevante di questo andamento è da attribuire ai magazine in negativo del 16,2% (-13,4%, a perimetro omogeneo, ossia al netto degli effetti dovuti alla trasformazione di Flair in allegato di Panorama e alla cessazione della pubblicazione di Panorama Economy). Questo trend è stato caratterizzato da importanti attività e da significative disomogeneità: a maggio sono stati rilanciati, in contemporanea, i tre settimanali femminili Donna Moderna, Grazia e TuStyle; a giugno è cessata l’attività delle pubblicazioni di Casaviva, VilleGiardini, Panorama Travel e Men’s Health; Panorama Economy ha cessato la pubblicazione nel maggio 2012; la trasformazione di Flair in allegato di Panorama. I ricavi diffusionali hanno registrato una riduzione del 13,1% rispetto all’anno precedente (-9,7% a perimetro omogeneo). Le operazioni di rinnovamento hanno portato a risultati molto positivi sia in termini di copie diffuse sia in termini di raccolta pubblicitaria. Buona la performance progressiva a giugno dei tre settimanali femminili: rispetto all’ultimo numero prima del rilancio, Grazia ha registrato un incremento delle copie del 22,1%, Donna Moderna ha segnato un +25,6% e TuStyle un +39,5% (fonte interna: progressivo aprile-giugno). A luglio è attesa una diffusione complessiva per settimana di oltre 1.150.000 copie medie dei tre magazine femminili e Chi.
Mondadori Pubblicità ha chiuso il primo semestre 2013 con una raccolta complessiva di 76,8 milioni di euro, in calo del 20% rispetto ai 96 milioni di euro dello stesso periodo del 2012.
I magazine Mondadori hanno registrato una flessione a perimetro omogeneo del 21,9%, considerando invece i periodici non più presenti in portafoglio, il dato si attesta al -29,3%.
Per quanto riguarda la raccolta sulla radio, il primo semestre del 2013 si è chiuso con un dato in crescita del 17,6%, grazie soprattutto all’acquisizione in concessione, a partire dal 15 aprile, dell’emittente Radio Italia Solo Musica Italiana. Tale operazione ha determinato una modifica sostanziale del posizionamento di Mondadori Pubblicità nel mercato radiofonico: con 7,5 milioni di ascoltatori nel giorno medio al netto delle duplicazioni (fonte Eurisko Radiomonitor 2012), la concessionaria si colloca così tra i primi 3 operatori del settore, con una posizione di leadership sui target femminili, che consente di attivare sinergie con il portafoglio della stampa periodica e del web. In questo contesto, i ricavi generati dalla raccolta pubblicitaria di R101, che risente in particolare della flessione dei principali settori merceologici di riferimento, tra cui soprattutto l’auto, si attestano al termine del primo semestre 2013 a 6,8 milioni di euro, in flessione del 10,5% rispetto ai 7,6 milioni di euro del primo semestre 2012. Sul mezzo Internet, Mediamond ha ottenuto performance migliori del mercato in costante rallentamento, con un +19,9% rispetto al 2012. Da segnalare i risultati di Grazia.it (+42%) e Videomediaset (+40%). Anche nel secondo trimestre dell’anno in corso, il mercato di riferimento di Mondadori France ha mostrato segnali di deterioramento sia nelle diffusioni sia nella raccolta pubblicitaria. Nel semestre i ricavi consolidati si sono attestati a 176,9 milioni di euro in calo dell’8,6% rispetto ai 193,6 milioni di euro del primo semestre 2012; a perimetro omogeneo la flessione è del 7,5% (Télé Star, Télé Poche e Autoplus hanno beneficiato di un’uscita in più nel 2012).

La cartolina diventa social con The Van

Il primo social media della storia? La cartolina. C’è la foto (inclusi i gattini), c’è lo spazio per scrivere lo stato (“ti penso”, “mi manchi”, “quando ci vediamo ti racconto”, “che vacanze di m…”) e c’è – in grande anticipo sui tempi – il concetto di check-in. Rafforzato, all’occorrenza, dalla freccina fatta a penna e dalla scritta “siamo qui”, quando la casetta nelle Cicladi o l’albergo in Romagna risultavano inclusi nell’immagine. Gioca attorno a questo concept la simpatica iniziativa ‘autopromozionale’ lanciata dall’agenzia The Van alla vigilia dell’esodo estivo.

L’idea della sigla milanese è quella di dare una seconda occasione a un mezzo come la cartolina, “caduto ingiustamente in disuso”. Da qui l’appello, diffuso dall’agenzia attraverso il proprio sito, ad amici, clienti, partner e simpatizzanti. Bandite naturalmente le e-cards: qui servono carta, inchiostro e francobollo! Le cartoline dovranno essere inviate all’indirizzo: The Van – Via Cucchiari, 20 – 20155 Milano. Saranno tutte pubblicate sulla pagina Facebook dell’agenzia, oltre che letteralmente incollate sulle pareti dell’ufficio milanese. In via del tutto eccezionale si potrà mandare anche solo una foto della cartolina all’indirizzo: vacanze2013@thevan.it. A settembre appuntamento dal vivo per votare il soggetto dell’estate 2013!

Andrea Crocioni

FCP Stampa, fatturato adv a -24,4%

Quotidiani a -23,3% e periodici a -26,1%. Cala ancora la Free Press a -35%

 

Sono stati diffusi ieri i dati dell’Osservatorio Stampa FCP relativi al periodo gennaio-giugno 2013 raffrontati allo stesso periodo del 2012. Il fatturato pubblicitario del mezzo stampa in generale registra un calo del -24,4%.In particolare i quotidiani a pagamento nel loro complesso registrano -23,3% a fatturato e -13,1% a spazio. La tipologia Commerciale nazionale ha evidenziato -30,8% a fatturato e -21,3% a spazio. La Di Servizio ha segnato -9,7% a fatturato e -3,2% a spazio. La Rubricata ha segnato un calo a fatturato -14,2% e a spazio -10,4%. La Commerciale locale ha ottenuto -20,0% a fatturato e -11,6% a spazio.

I quotidiani Free Press nel totale hanno segnato -35,0% a fatturato e -28,1% a spazio. La Commerciale Nazionale registra a fatturato -44,4% e a spazio -35,8%. La tipologia Di Servizio registra un andamento positivo sia a fatturato +48,6% che a spazio +132,9%. La Commerciale Locale segna un calo sia a fatturato  -29,4%  che a spazio -27,0%.

I periodici segnano un calo a fatturato -26,1% e a spazio  -21,3%. I Settimanali registrano un andamento negativo  sia  a fatturato -27,0% che a spazio -18,6%. I Mensili hanno percentuali negative sia a fatturato -26,3% che a spazio -25,6%.

Le Altre Periodicità registrano un calo a fatturato -8,7% e a spazio -11,6%.

Per vedere i dati completi clicca qui